• Abruzzoweb sponsor

SISMA 2009: 24 MILIONI DI FONDI RESTART PER NOVE MACRO-PROGETTI PER L'AQUILA E COMUNI CRATERE

Pubblicazione: 30 marzo 2020 alle ore 16:23

L'AQUILA - Ammonta a poco meno di 24 milioni di euro la richiesta che il Comitato di indirizzo Restart ha definito stamani e che saranno presentate al Cipe dalla Struttura di missione della Presidenza del Consiglio dei ministri “Sisma 2009”, guidata da Fabrizio Curcio per il finanziamento di nove macro progetti strategici per il territorio abruzzese colpito dal sisma del 2009 a partire dal capoluogo fino a diversi comuni piccoli e medi della Regione.

Il Comitato, svoltosi in modalità videoconferenza viste le restrizioni imposte dai vari Decreti del Presidente del Consiglio varati in queste settimane, è stato presieduto da Fabrizio Curcio, alla presenza del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, dell’Assessore con delega tra l’altro anche alla programmazione Restart Guido Liris, del Sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi, dei Responsabili degli Uffici per la ricostruzione de L’Aquila e dei Comuni del Cratere Salvo Provenzano e Raffaello Fico, dei rappresentanti del Ministero per lo Sviluppo Economico e dei Coordinatore dei Comuni del cratere Luciano Mucciante e Sandro Ciacchi.

Si tratta di un nuovo forte impulso alla realizzazione degli interventi  pensati e approvati dal 2016 ad oggi con importanti novità che interessano diversi territori.

“Siamo molto soddisfatti per il rilancio del progetto RESTART -  afferma Fabrizio Curcio Capo della Struttura di missione della Presidenza del Consiglio “Sisma 2009”. Si tratta di interventi e progetti attesi da tempo dalla popolazione abruzzese, il nostro obiettivo era rilanciare e accelerare l’approvazione dei progetti e il trasferimento delle risorse. Ora l’impegno è che il passaggio al CIPE sia il più rapido possibile. L’Abruzzo, come tutto il paese, sta pagando in questi giorni un prezzo molto alto per la grande emergenza che stiamo vivendo. La programmazione e la realizzazione di questi progetti rappresentano anche un segnale di speranza e di azioni concrete per lo sviluppo di una Regione che merita un futuro di sviluppo e di crescita”, conclude Curcio.

Entrando nello specifico degli interventi troviamo innanzitutto il “Rilancio e potenziamento del polo di attrazione turistica del Gran Sasso con l’obiettivo di incrementare i flussi turistici sia invernali che estivi” finanziato su richiesta del Comune de L’Aquila, a questo intervento per cui erano previsti circa 13 milioni vengono aggiunti oltre 9 milioni di euro. Un grande impulso in vista della realizzazione di tutti i progetti contenuti nell’intervento.

Restando al Capoluogo della Regione troviamo l’intervento a favore del Collegio Ferrante d’Aragona, progetto che vede protagonisti il Comune aquilano e il Gran Sasso Science Institute L’impegno è subordinato alla costituzione di una fondazione entro 6 mesi dalla definitiva delibera del CIPE. L’opera  prevede la realizzazione di un Collegio universitario con residenzialità diffusa sul territorio della città dell’Aquila, in particolare nel suo centro storico. Lo stanziamento previsto è di 4 milioni e 300mila euro.

Risorse aggiuntive sono state approvate dal Comitato anche per la realizzazione dell’intervento“Mobilità elettrica per la rete viaria di prossimità dei centri storici di L’Aquila” che  mira a sperimentare l’uso dei veicoli elettrici nella città attraverso una serie di interventi che prevedono l’acquisto di autobus elettrici, incentivi per la conversione dei veicoli privati in auto elettriche. Ai 5 milioni e 700 mila euro iniziali si aggiungono altri 4 milioni circa

Via libera a fondi aggiuntivi anche per “Eagle’s wings around the world”, la Scuola internazionale specializzata in materie linguistiche e scientifiche che ammontano a 130mila euro.

Uscendo dal comune de L’Aquila da citare l’intervento a favore dei comuni delle “Terre della Baronia” che si propone di rilanciare il sistema turistico. Son coinvolti nel progetto i comuni di Castel del Monte, Santo Stefano di Sessanio, Villa Santa Lucia degli Abruzzi, Ofena e Castelvecchio Calvisio. Il valore dell’intervento è di poco meno di 6 milioni di euro.

Altri 130mila euro sono destinati al Progetto di gemellaggio con la Wayne University di Detroit negli Stati Uniti e i Comuni della valle dell’Aterno, in particolare Gagliano Aterno. L’intervento racchiude diversi progetti di scambio didattico e culturale a favore di studenti dell’Università de L’Aquila e dell’Università americana.

Il Programma ha una dotazione di 319,7 milioni di euro. Il programma di investimenti è, finalizzato ad assicurare effetti positivi di lungo periodo in termini di valorizzazione delle risorse territoriali, impatti occupazionali, incremento dell’offerta di beni e servizi per il benessere dei cittadini e la competitività delle imprese.

Le azioni del programma di sviluppo sono inserite in sei ambiti tematici: Sistema imprenditoriale e produttivo, Turismo e Ambiente, Cultura, Alta formazione, Ricerca e Innovazione tecnologica, Agenda Digitale, Governance, monitoraggio e valutazione del Programma di sviluppo.

Il segretario del Pd Abruzzo, Michele Fina, definisce un segnale importante questi 24 milioni.

“Esprimo soddisfazione, e ringrazio in modo particolare Fabrizio Curcio, che il Governo ha giustamente messo a capo della struttura di missione ‘Sisma 2009’, per lo stanziamento di circa 24 milioni di euro – parliamo di risorse aggiuntive – a beneficio dei territori colpiti dal terremoto di undici anni fa”: lo dichiara il segretario del Partito Democratico abruzzese Michele Fina riferendosi agli esiti della riunione del Comitato di indirizzo RESTART. Tra i progetti finanziati con i fondi aggiuntivi ci sono il potenziamento del polo di attrazione turistica del Gran Sasso, l’intervento a favore dei Comuni delle “Terre della Baronia” che si propone di rilanciare il sistema turistico, la realizzazione di un Collegio universitario con residenzialità diffusa all’Aquila e, sempre nel capoluogo di regione, interventi a favore della mobilità elettrica. 

Fina spiega: “Curcio ha interpretato con la consueta puntualità l’indirizzo del governo, l’attenzione ai territori, la considerazione per L’Aquila e il cratere sismico 2009. E’ un segnale importante, quello di tenere alta la qualità degli interventi per quella che è un’area abruzzese in sofferenza, sebbene la ricostruzione negli ultimi anni abbia fatto passi in avanti importanti, e che necessita ancora di cura e attenzione. Lo è a maggior ragione oggi, quando per altre ragioni l’emergenza è nazionale, e quando divampano inutili e strumentali polemiche politiche sul sostegno disposto dal governo ai cittadini più bisognosi attraverso i Comuni. Ora per quanto riguarda i progetti relativi al sisma 2009 l’auspicio è che il via libera del Cipe sia rapido. Allo stesso modo, in riferimento alle risorse appena stanziate per i Comuni per l’emergenza coronavirus, che i sindaci si mettano al lavoro per metterle a disposizione dei cittadini che ne hanno più bisogno, lasciando lo spazio alle polemiche e allo scontro politico per momenti più sereni”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui