• Abruzzoweb sponsor

RIGOPIANO: RINVIATA UDIENZA PER SCIOPERO PENALISTI, IRA FAMILIARI VITTIME

Pubblicazione: 25 ottobre 2019 alle ore 14:45

PESCARA - "Manca la volontà, da parte della magistratura, di celebrare nel modo più celere possibile questo processo. Nonostante il pm abbia chiesto di intensificare il calendario delle udienze, si è deciso di continuare con una udienza al mese, nonostante un processo così grande e pieno di sfaccettature".

Così Gianluca Tanda, del Comitato vittime di Rigopiano, questa mattina in tribunale a Pescara, al temine della terza udienza preliminare sul disastro del resort, rinviata al prossimo 29 novembre a causa dello sciopero nazionale dei penalisti, che protestano contro la riforma della prescrizione.

I familiari delle vittime, che hanno comunque preso parte all'udienza, hanno esposto una serie di striscioni, all'esterno del Palazzo di giustizia, con le scritte: "Il dolore non va in prescrizione né si rinvia" e "29 morti non scioperano ma vogliono giustizia".

Tanda sottolinea che il Comitato vittime, in dissenso rispetto alla posizione dei penalisti, è a favore della riforma delle prescrizione, "perché io devo poter tornare a casa e dire a mia madre chi sono i colpevoli, chi ha ucciso suo figlio e non certo che non lo potremo mai sapere perché sono scaduti i termini di legge ed è scattata la prescrizione.

Al centro del procedimento, davanti al gup Gianluca Sarandrea, le ipotesi accusatorie sostenute dal procuratore capo, Massimiliano Serpi, e del sostituto Andrea Papalia, focalizzate sulla mancata realizzazione della carta valanghe, sulle presunte inadempienze relative a manutenzione e sgombero delle strade di accesso all’hotel e sul tardivo allestimento del centro di coordinamento dei soccorsi. I reati ipotizzati dalla Procura vanno, a vario titolo, dal crollo di costruzioni o altri disastri colposi, all’omicidio e lesioni colpose, all’abuso d’ufficio e al falso ideologico.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui