• Abruzzoweb sponsor

RAPINA IN VILLA A LANCIANO: VERSO SCONTO DI PENA AI BANDITI

Pubblicazione: 25 giugno 2019 alle ore 14:59

LANCIANO - Si prospetta uno sconto di pena per il commando di rapinatori che ha assaltato la villa dei coniugi Carlo Martelli e Niva Bazzan, il 23 settembre 2018, pestandoli a sangue e tagliando un orecchio alla donna. 

Ieri mattina, nel processo in camera di consiglio, spiega Il Centro, il giudice per le udienze preliminari Giovanni Nappi ha accolto il rito abbreviato chiesto dagli avvocati dei 7 imputati. 

Significa che, in caso di condanna, la pena verrà ridotta di un terzo e la condanna, quindi, non potrà essere superiore ai 13 anni di carcere per ogni bandito, considerando che le accuse contestate (rapina pluriaggravata, lesioni gravissime, sequestro di persona e porto abusivo di arma) prevedono al massimo 20 anni. 

Alla sbarra in un tribunale blindato - con schieramento di polizia e carabinieri, strade chiuse alla circolazione e alla sosta - gli imputati sono arrivati con diversi furgoni e fatti entrare dall'ingresso sotterraneo, lontano da occhi indiscreti. I fratelli Ion Cosmin e Costantin Aurel Turlica, Alexandru Bogadan Colteanu, il braccio violento della gang, George Ghiviziu (assenti Marius Adrian Martin, Ruset Aurel e Jakota) sono rimasti mezz'ora in aula. 

Il tempo necessario al giudice Nappi per accogliere le richieste di rito abbreviato, ascoltare un teste e rinviare all'udienza del 30 settembre, giorno in cui ci saranno le richieste di condanna della Procura, le discussioni dei legali e la sentenza. Il teste ascoltato dal giudice è la compagna di Gheorghe Traian Jacota, 48 anni, accusato invece di favoreggiamento, nonché madre di Ghiviziu. 

"La donna ha ribadito l'estraneità del compagno alla rapina - dice al Centro l'avvocato Vincenzo Menicucci - l'uomo stava solo accompagnando Ghiviziu dalla madre ignorando cosa fosse accaduto quando fu arrestato. Infatti poi fu subito scarcerato". 

Gli avvocati Paolo e Nicola Sisti, che difendono Ghiviziu, Roberto Crognale che rappresenta i fratelli Turlica, Andrea D'Alessandro che assiste Martin hanno invece ribadito che l'accusa è la stessa per tutti, ma i ruoli sono diversi. "Valuteremo gli atti del fascicolo - dice l'avvocato Paolo Sisti - e differenzieremo le posizioni. Non tutti sono entrati in casa, non tutti hanno le stesse responsabilità". 

Per la Procura, Martin sarebbe il capo banda: con i suoi 34 anni, d'altronde, era il più anziano del commando. Gli stessi Turlica, Ruset e Ghiviziu lo avevano indicato come capo, mentre Colteanu era il più violento, e Ion Turlica e Ghiviziu erano i pali.

Le vittime ieri hanno deciso di non prendere parte al processo, i coniugi avrebbero potuto costituirsi parte civile e chiedere il risarcimento danni ma non l'hanno fatto: "Non voglio vederli. Un conto è ricordare quanto è accaduto, un altro vedere le loro facce. Magari tra qualche anno li vedo anche in giro per Lanciano, vorrei evitare di riconoscerli", spiega Carlo Martelli che aggiunge: "con o senza la nostra presenza l'esito sarò lo stesso".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

RAPINA CONIUGI MARTELLI: TRIBUNALE LANCIANO BLINDATO PER IL PROCESSO

LANCIANO - Tribunale blindato per l'udienza preliminare prevista lunedì sulla rapina in stile Arancia meccanica avvenuta il 23 settembre 2018 nella villa dei coniugi Carlo Martelli e Niva Bazzan. In via Fiume scatteranno i divieti di sosta... (continua)

RAPINA LANCIANO, ''VOGLIO SOLO DIMENTICARE TUTTO, IL PERDONO NON MI INTERESSA''

di Azzurra Caldi
LANCIANO - "Di questa vicenda ho fatto tesoro dell'unica cosa bella che ne è venuta fuori: la vicinanza delle persone". Ad una settimana dalla brutale aggressione subita in casa propria insieme alla moglie, il dottor Carlo Martelli... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui