• Abruzzoweb sponsor

MISS ITALIA: IL SOGNO DI ROMINA
'LA MODA E ...UN CALCIATORE!'

Pubblicazione: 14 settembre 2012 alle ore 08:13

PESCARA - “Ho appena aperto gli occhi..! Non mi succede mai di dormire così tanto ma in questi due giorni ho riposato pochissimo!”.

La raggiungiamo al telefono, a ora di pranzo, ancora un po’ assonnata ma già brillante nel rispondere all’intervista.

La bellissima Romina Pierdomenico si è svegliata da un sonno ristoratore, ma non ancora dal sogno di Miss Italia, dove è riuscita a conquistare un secondo posto da favola.

Una vittoria per tutto l’Abruzzo, che a Montecatini era rappresentato da quattro bellezze e che in questi giorni si è stretto attorno alla raggiante Romina facendole sentire tutto l’affetto e il calore che neanche lei credeva di poter avere.

Nonostante la stanchezza, la bella pescarese (vive nel comune di Vicoli) è pronta a raccontare sogni e progetti.

E a parlare di quella scommessa che la porterà a sposare un calciatore…

Come ci si sente a essere la seconda più bella d’Italia?

Sto vivendo sensazioni incredibili. Sento che tutti intorno a me sono soddisfatti e orgogliosi, a partire dalla mia famiglia e dalla mia città. Erano due anni che pensavo di partecipare al concorso ma poi non l’ho fatto e solo grazie a tutti quelli che mi hanno sostenuto sono arrivata sul podio.

Come ti ha accolto il tuo paese, Vicoli?

Quando sono tornata mi hanno preparato una festa a sorpresa bellissima. Con una scusa mi hanno portata fuori casa, fino in piazza. Lì c’erano centinaia di persone, anche le telecamere, e la piazza era tutta addobbata con fiori e palloncini.

Davvero una serata indimenticabile.

Indimenticabile come la serata a Montecatini… Credevi di poter arrivare seconda?

All’inizio no. Solo quando sono stata eliminata ho iniziato a mettercela tutta. Da lì mi è salita una carica indescrivibile. Dopo il ripescaggio credevo di svenire. Da quel momento ci ho creduto tantissimo e, anche se è un secondo posto, per me è come se avessi vinto.

I tuoi genitori ti hanno sostenuta?

All’inizio erano restii. Durante le selezioni regionali, dove ho avuto il supporto prezioso del fotografo Antonio Oddi e dell’agenzia Pai, hanno iniziato a essere più contenti. Sono molto orgogliosi di me e questa è una cosa bellissima. Perché ora lo so.

E in amore come va?

Non sono fidanzata, diciamo che frequento un ragazzo di Tollo (Chieti). Ma c’è una cosa che non ho mai detto a nessuno. Prima di partire per Montecatini abbiamo fatto una scommessa:  se fossi arrivata tra le prime tre in finale, ci saremmo sposati!

Quindi, ora, devi onorare la scommessa…

Devo dire che il mio successo l’ho preso come un segno del destino. E un’altra cosa che non ho mai detto a nessuno è che il primo pensiero dopo la proclamazione è andato a lui.

Da quando c’è stata la finale il nostro rapporto è migliorato: ci sentiamo di più, anche se lui fa il calciatore ed è molto impegnato. Ma io ce la metto tutta, credo molto nel destino!

Hai dichiarato di aver voluto dedicare la vittoria a tuo nonno. Cosa rappresenta per te?

Mio nonno è scomparso ma è sempre con me, ogni giorno. Era una persona umile e molto scherzosa e non passa attimo in cui non pensi a lui.

C’è anche un’altra persona a cui ho voluto dedicare il mio secondo posto: Chiara, una ragazza di Pescara che voleva realizzare anche lei il sogno di Miss Italia, ma un incidente stradale avvenuto mentre stava raggiungendo la sede del concorso le ha impedito di farlo.

Non l’ho mai conosciuta ma l’ho portata dentro di me in tutti i giorni della mia esperienza a Montecatini. Lei è arrivata con me sul podio.

Parliamo del tuo futuro. Che progetti hai?

Voglio crederci fino in fondo a questo sogno ed entrare nel campo della moda. Il mio modello di riferimento è Irina Shayk, testimonial di Intimissimi. Qualcuno mi dice anche le assomiglio…

Quindi dopo il diploma niente Università?

Per il momento la moda ha la precedenza. Però se dovessi iscrivermi in futuro, mi piacerebbe frequentare Fisioterapia.

Al cinema e alla televisione ci pensi?

Perché no. Però per quello devo ancora studiare. Nel mio futuro vedo anche la famiglia, è molto importante per me realizzarmi anche da quel punto di vista. Elisa Marulli



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui