• Abruzzoweb sponsor

GENIO CIVILE: D'ANNUNTIIS, TRASFERIMENTO DA L'AQUILA A PESCARA PRIVO DI FONDAMENTO

Pubblicazione: 19 luglio 2019 alle ore 10:19

L'AQUILA - "In relazione ai vari articoli di stampa dei giorni scorsi che riportano le rimostranze del consigliere regionale Di Benedetto, unitamente a quelle del consigliere comunale De Santis, sul passaggio del Genio Civile dell'Aquila presso la sede di Pescara, è doveroso chiarire, per fugare ogni strumentale interpretazione, che tale preoccupazione è destituita di ogni fondamento".

La precisazione arriva dal sottosegretario alla Presidenza della Giunta Umberto D'Annuntiis.

"Solo per fare una breve ricostruzione dei fatti e degli atti, che i consiglieri sopra richiamati certamente conoscono alla perfezione - sottolinea -, l’attuale Servizio del Genio Civile di L’Aquila ha attualmente sede e resterà a L’Aquila e non potrebbe essere diversamente, così come per gli altri Geni Civili distribuiti sempre su base provinciale".

"Una attenta ed oggettiva lettura dei citati provvedimenti amministrativi di Giunta - precisa D'Annuntiis - avrebbe consentito di verificare che i Geni Civili sono inglobati all’interno del Dipartimento Infrastrutture e Mobilità e, anche in questo caso, non potrebbe essere diversamente poiché questo è l’unico Dipartimento che annovera le funzioni di competenza del Genio Civile, cioè riproduce a scala ridotta proprio quello che, a scala nazionale, rappresenta il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, al quale sono assegnate, come noto, le competenze oggi in capo ai Geni Civili, tra cui anche quella in materia di normativa sismica".

"Ribadita, pertanto, la ratio di natura prettamente funzionale dell’attuale organizzazione del Dipartimento, che, diversamente, produrrebbe solo un disallineamento tra le funzioni svolte dai Geni Civili ed il Dipartimento di riferimento, ben altra cosa è, invece, la dislocazione geografica dei vari Servizi del medesimo Dipartimento, dislocati sulle 4 province abruzzesi".

"Dislocazione - ribadisce - che non è mai stata variata nel corso degli anni e non c’è motivo di ritenere che possa accadere in futuro".

"Anzi - aggiunge -, come giustamente evidenziato di recente da Confindustria è necessario abbandonare questa sterile politica campanilistica, testualmente definito come 'un falso problema', concentrandosi invece sul potenziamento della pianta organica dei Geni Civili, aspetto che sta particolarmente a cuore della attuale Giunta tant'è che sono imminenti le riattivazioni dei contratti a tempo determinato nonché l’immissione di congrue risorse umane a seguito della chiusura delle procedure di mobilità tra enti".

"Va, peraltro, rimarcato il fatto, certamente noto ai consiglieri Di Benedetto e De Santis, che il Genio Civile di L’Aquila, così come gli altri, ha ereditato nell’aprile 2016 dalle Province, a seguito del trasferimento delle funzioni in forza della Legge Del Rio e relativa LR 32/2015 di attuazione, un arretrato di circa 800 pratiche sismiche che giacevano inevase presso gli uffici della Provincia di L’Aquila, tra cui anche quelle inerenti la ricostruzione post sisma 2009. Al fine di evaderle contestualmente alla autorizzazione delle nuove pratiche, come in realtà è avvenuto alla attualità per poco più del 90 % di queste, sono state appositamente istituiti 2 Uffici destinati a tale compito, a dispetto dei Geni Civili della altre province che ne annoverano solo uno".

"Di conseguenza, anche la notizia sulle 'numerose pratiche bloccate in attesa di ottenere l’autorizzazione sismica' è palesemente infondata con il solo intento, probabile, di screditare in modo ingiusto una struttura tecnica di elevato valore", conclude D'Annuntiis.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

GENIO CIVILE: RAINALDI, ''PROBLEMA E' CHE NON FUNZIONA, NON DOV'E' LA DIREZIONE''

L'AQUILA - "Trovo davvero curioso che la classe politica si stracci le vesti per il perdurare del presunto scippo del Genio civile da parte di Pescara ai danni dell'Aquila, mentre importa poco o nulla il fatto... (continua)

L'AQUILA: DE SANTIS, 'CITTA' RISCHIA ANCHE SCIPPO SETTORE REGIONALE CULTURA'

L'AQUILA - "Non solo la riorganizzazione degli uffici, deliberata con gli atti n° 347 e 385 dalla Giunta Marsilio, indebolisce la presenza del genio civile a L’Aquila, con gravi danni per il processo di ricostruzione, (ed... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui