• Abruzzoweb sponsor

CORTE APPELLO RIAMMETTE LISTA CIVICA A SOSTEGNO CANDIDATO CENTROSINISTRA LEGNINI, ISPIRATA DA EX ASSESSORE REGIONALE. MASCI (FI): SENTENZA DI MEZZA RIGA, NON RISOLTA QUESTIONE COSTITUZIONALE

ELEZIONI: VIA LIBERA AD ABRUZZO INSIEME,
DI MATTEO, ''MI HANNO FATTO PUBBLICITA'''

Pubblicazione: 16 gennaio 2019 alle ore 19:19

L'AQUILA - La Commissione centrale presso la corte d’Appello ha riammesso “Abruzzo Insieme – Abruzzo Futuro”, la lista civica in appoggio al candidato presidente del centrosinistra, Giovanni Legnini, ispirata dal consigliere regionale di Regione Facile Donato Di Matteo, ex Pd ex assessore regionale. 

La formazione civica era stata esclusa dalla commissione circoscrizionale del tribunale di Chieti in seguito al ricorso presentato da Carlo Masci, l’ex assessore regionale al Bilancio della Giunta Chiodi, che ha rivendicato la titolarità del simbolo di Abruzzo Futuro, utilizzato da venti anni come formazione civica in appoggio alla coalizione di centrodestra. La lista, ammessa dagli altri tre tribunali provinciali dell’Aquila, Pescara e Teramo. 

“Ringrazio chi ha fatto ricorso - ha spiegato Di Matteo -, mi ha fatto pubblicità”.

Diversa la posizione di Masci, oggi esponente di Fi: “È una sentenza di mezza riga in cui non si entra nel merito di una questione costituzionale, cioè chi ha titolo a utilizzare il simbolo tra il capo del movimento o del partito o il referente dell’assemblea regionale”.

Con il pronunciamento di oggi decadono i tre ricorsi firmati anche dai partiti del centrodestra, presentati nei tribunali che hanno ammesso “Abruzzo Insieme-Abruzzo Futuro”, ai quali è stata notificata una nuova istanza contenente l’esclusione di Chieti. 

Con “Abruzzo Futuro”, lista presente nella coalizione di centrodestra alle elezioni di cinque anni fa, è stato eletto in Consiglio regionale Mauro Di Dalmazio, ex assessore al Turismo della Giunta di centrodestra, che in queste elezioni è passato al centrosinistra, sia pure non candidandosi direttamente ma esprimendo suoi uomini, nella lista civica costruita da Di Matteo, molto critico con l’ex governatore, Luciano D’Alfonso.

Proprio, Di Dalmazio, capogruppo di Abruzzo Futuro, ha firmato la dichiarazione prevista dalla legge, che la lista “è espressione del gruppo consiliare costituito”: essendo presente a palazzo dell’Emiciclo, non ha avuto l’onere raccogliere le firme per la presentazione. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

REGIONALI: LISTA ABRUZZO INSIEME DI DONATO DI MATTEO, ALTRI RICORSI

L'AQUILA - L'ex assessore regionale Carlo Masci, titolare del simbolo Abruzzo Futuro che fu presente alle regionali del 2014 a sostegno del centrodestra di Gianni Chiodi, ha presentato un secondo ricorso, stavolta sottoscritto anche dai rappresentanti... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui