• Abruzzoweb sponsor

CASTELLI: INCONTRO CON AMBASCIATORI ACCREDITATI IN VATICANO

Pubblicazione: 01 settembre 2011 alle ore 12:15

Una ceramica di Castelli, il borgo teramano eccelle in questa arte tradizionale

CASTELLI - Domenica 4 settembre si svolgerà a Castelli (Teramo) un incontro con gli Ambasciatori del mondo accreditati presso la Santa Sede, che, nell'ambito di un viaggio in provincia di Teramo, hanno scelto di visitare Castelli quale città d'arte per la ceramica di importanza regionale, riconosciuta e protetta da una legge nazionale.

È un paese che da cinque secoli vive quasi esclusivamente di artigianato ceramico e delle sue attività complementari, con una professionalità di alta qualità, trasmessa dai padri ai figli, che fin da piccoli, sviluppano e affinano la loro inventiva e il loro innato senso artistico.

La produzione ceramica castellana, sempre di alta qualità, è stata ai vertici delle produzioni mondiali per oltre tre secoli, perché gli artigiani castellani, attraverso la frequentazione dei mercati in cui andavano a commercializzare i loro prodotti e lo stretto rapporto con la committenza, hanno avuto, da sempre, la capacità di adeguarsi all'evoluzione del gusto, trasferendo con tempestività, gli stimoli e i suggerimenti derivanti dalle nuove tendenze artistiche, nelle produzioni correnti, le quali, nel tempo, hanno riscontrato grande successo nelle classi agiate e sui mercati nazionali ed esteri, tanto da essere presenti nei più grandi musei del mondo, dall'Ermitage di San Pietroburgo al Metropolitan di New York, dal Louvre di Parigi al British Museum di Londra, dal Paul Getty di Los Angeles al Bargello di Firenze, unica testimonianza di una produzione artistica originale, autenticamente abruzzese, che onora l'intera Regione.

All'incontro che si svolgerà a Castelli saranno presenti gli Ambasciatori di quindici paesi del mondo, rappresentando le Ambasciate di Bolivia, Bosnia ed Erzegovina, Camerun, Cina, Corea, Costa D'Avorio, Costa Rica, Croazia, Ecuador, El Salvador, Giappone, Marocco, Messico, Panama, Ucraina.

Gli Ambasciatori saranno accompagnati e introdotti dal loro segretario, il Console del Vaticano Salvador Miguel Porcaro.

Scopo del meeting è intessere relazioni diplomatiche e amichevoli tra la Santa Sede e il borgo d'arte ceramica abruzzese, al fine di condurre in porto la richiesta da parte del sindaco e di tutta l'amministrazione comunale di Castelli dell'esposizione presso il Vaticano in piazza San Pietro nel cosiddetto "braccio di Carlo Magno" del Presepe Monumentale in ceramica.

Si tratta della più grande e imponente opera d'arte sacra in ceramica, un complesso scultoreo esposto presso il Liceo Artistico e realizzato dai suoi stessi allievi nell'arco del decennio 1965-1975.

L'opera, ideata dall'allora direttore Serafino Mattucci e frutto della straordinaria e appassionata intesa dei docenti e degli studenti, consta di cinquantaquattro statue in ceramica a grandezza naturale.

La prima esposizione del Presepe avvenne a Castelli sul sagrato della Chiesa madre nel dicembre 1965, quando l'opera era ancora incompleta ma ne erano stati realizzati i nuclei fondamentali, successivamente, nel Natale del 1970, il Presepe fu esposto a Roma presso i Mercati Traianei, poi a Betlemme, Gerusalemme e Tel Aviv.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui