• Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

ZTE LANCIA PRIMO WHITE PAPER INDUSTRIALE SUL BLADE INTEGRATO IN OLT

Pubblicazione: 20 febbraio 2019 alle ore 15:21

Il Tecnopolo d'Abruzzo a L'Aquila

ROMA - Zte Corporation, uno dei principali player al mondo per soluzioni di telecomunicazioni, enterprise e consumer technology per internet mobile, con sede anche all'Aquila, nell'ex Tecnopolo, ha pubblicato oggi il primo white paper sul Blade integrato nell’Optical Line Terminal (Olt). 

Il documento, come si legge in una nota, introduce tre tipici scenari applicativi oltre al valore del blade integrato in Olt.

Il primo scenario riguarda i servizi video ad alto traffico e a bassa latenza. Le applicazioni, che danno accesso alla rete Content Delivery (Cdn), alla cache video e all'accelerazione Tcp (Transmission Control Protocol), vengono caricate sul Blade per sfruttare l'ampiezza di banda elevata, la fornitura del servizio near-the-user, la bassa latenza e il basso rapporto di perdita di pacchetti. Questo meccanismo consente di risparmiare larghezza di banda della rete superiore, riduce i costi di rete e migliora l'esperienza utente dei servizi video.

Il secondo scenario si concentra sulle funzioni virtuali di rete (VNFs), tra le quali il virtual Set Top Box (vSTB), l’interfaccia virtuale ONU di gestione e di controllo (vOMCI), il virtual Residential Gateway (Tra), il Broadband Network Gateway User plane (BNG-U) e il virtual Firewall (vFW). In questo scenario il Blade funziona come l'infrastruttura che trasporta i Nfv, per garantire le prestazioni di trasmissione della rete e semplificare l'implementazione della QoS senza aumentare il numero di service routing hops.

Il terzo scenario è il Mobile Edge Computing (Mec), in base al quale il blade esegue le funzioni di cache e offloading, gestendo l’energia, il posizionamento e la navigazione interni oltre ai servizi informativi, assicurando così prestazioni di rete e QoS e alleggerendo la pressione nei centri dati periferici.

Sulla sua piattaforma Olt di punta, Titan, Zte adotta un Blade integrato lungo 300 mm. I Blade impiegano processori Intel Xeon D basati sull'innovativa architettura del processore di data center Intel. Tramite Titan, gli operatori possono realizzare un'infrastruttura di calcolo dei costi leggera, a basso costo, a basso consumo e che consente una combinazione flessibile di servizi senza aggiornare gli uffici di accesso. L'infrastruttura offre servizi ad alto traffico e bassa latenza con storage, computing e altre funzionalità in scenari di convergenza fissa e mobile (Fmc), migliorando così notevolmente la percezione da parte degli utenti di servizi sensibili all'esperienza.

Come prodotto di punta per l'accesso ottico di nuova generazione, Titan Olt di Zte è stato utilizzato in molti paesi tra cui Cina, Messico, Brasile e Italia.

“In linea con i trend Fmc, Zte continuerà a collaborare con i leader del settore per innovare nel campo del computing leggero e accelerare l'applicazione dei risultati della ricerca", ha affermato Fang Hui, vice presidente e general manager di rete fissa e prodotti multimediali presso Zte.

Per ottenere il white paper: https://res-www.zte.com.cn/mediares/zte/Files/PDF/white_book/201902141550White_Paper_of_Built-in_Blade_in_OLT.pdf?la=en.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui