TERRORISMO NEOFASCISTA: A PROCESSO 19 COMPONENTI DI AVANGUARDIA ORDINOVISTA Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.

TERRORISMO NEOFASCISTA: A PROCESSO 19
COMPONENTI DI AVANGUARDIA ORDINOVISTA

Pubblicazione: 13 febbraio 2018 alle ore 20:25

di

CHIETI - Andranno a processo il prossimo 9 aprile, presso la Corte di Assise di Chieti, 19 delle 44 persone inizialmente accusate a vario titolo del reato di associazione con finalità di terrorismo, eversione dell’ordine democratico e associazione neofascista finalizzata all’incitamento, alla discriminazione e alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, che esortava i compomenti del gruppo a commettere atti di violenza e attentati alle sedi istituzionali, utilizzando come mezzo di propaganda Facebook.

Agli imputati, che avevano base in Abruzzo, ma agivano in tutta Italia, viene contestato il reato previsto dall’articolo 270 bis del codice penale, in quanto avrebbero promosso, costituito e organizzato un'associazione, denominata "Avanguardia Ordinovista", e creato un Centro studi "Progetto Olimpo", che si ispira agli ideali del movimento politico neofascista Ordine nuovo, che incita, "ad atti di violenza, come attentati a Equitalia, magistrati e forze dell'ordine, al solo fine di destabilizzare l'ordine pubblico e la tranquillità dello Stato e poi introdursi, tramite un'apparente attività lecita di partecipazione alle elezioni con il partito da loro creato, all'interno dell'ordine democratico quale unica soluzione alla destabilizzazione sociale", come si legge nelle tesi accusatorie.

Rinviati a Giudizio: Marina PellatiEmanuele Pandolfina Del VastoFranco La ValleLuca InfantinoMaria Grazia CallegariFranco CrespiOmelia Carolina Regina GaroliMarco PavanCatia De RitisLuigi Di Menno Di BucchianicoMario MercuriGiuseppa CaltagironeValerio RonchiDaniela BugattiLuigi NanniMarco CirronisJacopo CozziAgnese Tiziana Mori, Giovanni Trigona.

Il piano eversivo sarebbe stato studiato a tavolino dall'ex carabiniere Stefano Manni, considerato il capo del gruppo: prevedeva da un lato atti destabilizzanti da compiersi su tutto il territorio nazionale e dall'altro un'opera di capillare di intromissione nei posti di potere, tramite regolari elezioni popolari.

Tra gli obiettivi ipotizzati, anche l'ex presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, il suo predecessore Ottaviano Del Turco, la senatrice uscente del Partito democratico Stefania Pezzopane, l'ex vice sindaco dell’Aquila e prima ancora procuratore della Repubblica a Pescara Nicola Trifuoggi e il leader dell’Unione di centro Pier Ferdinando Casini.

Il presidente del Tribunale di Chieti, Geremia Spiniello, esaminato il processo penale a carico di Manni , vista la sentenza del 25 ottobre 2016 (la numero 2986 bis /16) del Tribunale collegiale di Pescara, che ha dichiarato la propria incompetenza per materia, ha disposto la trasmissione degli atti alla Corte di Assise di Chieti e fissato l’udienza ad aprile. 

Nel 2014 il gruppo è stato al centro dell’operazione "Aquila nera", condotta in diverse regioni d’Italia (Abruzzo, Lombardia, Piemonte Lazio e Campania) dal Ros del carabinieri, che aveva portato all'arresto di 14 persone: 11 in carcere e 3 ai domiciliari.

Tra le altre accuse, Manni si sarebbe occupato anche "del reclutamento degli adepti e della loro formazione, utilizzando la competenza informatica e culturale di Infantino, operativo sia nelle riunioni avvenute tra Pescara e Montesilvano, che nella formazione del logo del neo-costituendo partito politico e a inserire su internet il loro statuto e documenti considerati di rilievo per la crescita culturale degli aderenti alle idee di estrema destra, creando la cosiddetta scuola politica Triskele".

La Pellati, assistita dall'avvocato Felice Franchi, compagna di vita di Manni, sempre secondo l'accusa, "ha reso un servizio di forte utilità all'organizzazione politica/rivoluzionaria, sostenendo iniziative sia poetiche, che di effettiva attività di programmazione terroristica, fino ad ipotizzare forti azioni nei confronti di esponenti dello Stato e di Enti pubblici".

A elaborare "il progetto ideologico e la nuova Costituzione italiana, sollecitando gli altri attraverso la divulgazione di idee rivoluzionarie, azioni di aggressione e la presa del potere", sarebbe stato lo scrittore Sermonti.

Crespi, difeso da Roberta Ligotti e Valentina Olivo e la Garoli, assistita da Paolo Vecchioli, invece, "hanno dato disponibilità all'intermediazione per l'acquisto di armi in Slovenia e per la commissione di un furto presso l'abitazione di un collezionista di armi nella città di Pescara, al fine di ottenere le armi da mettere a disposizione del gruppo".

La Valle, quest'ultimo difeso dall'avvocato Marco Femminella, seppur appartenente a un'altra organizzazione, la "Confederatio", avrebbe dato piena disponibilità a coordinarsi con il gruppo di Manni, "al fine di compiere attentati contro precise personalità dello Stato e contro obiettivi strategici della nazione; avrebbe anche partecipato a una riunione nell'abitazione della De Ritis, difesa dall'avvocato Giacinto Ceroli, dove si è discusso delle metodologie da adottare e della compatibilità delle singole strategie".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

TERRORISMO NEOFASCISTA: BLITZ ''AQUILA NERA'', I NOMI DEGLI INDAGATI

L'AQUILA - Blitz contro il terrorismo neofascista con l’operazione "Aquila nera", condotta in diverse regioni d’Italia (Abruzzo, Lombardia, Piemonte Lazio e Campania) dal Ros del carabinieri, che ha portato all'arresto di 14 persone, di cui 11... (continua)

TERRORISMO NEOFASCISTA, 14 ARRESTI BASE IN ABRUZZO, I NOMI DEGLI INDAGATI

L'AQUILA - Cercavano di arrivare a ottenere posti di potere attraverso il "compimento di atti di violenza nei confronti di obiettivi istituzionali come Prefetture, Questure, uffici di Equitalia", i neofascisti arrestati nell'inchiesta della Procura della Repubblica dell'Aquila. Lo si... (continua) - VIDEO  

TERRORISMO NEOFASCISTA: MANNI, ''CARBONIZZARE NAPOLITANO''

L'AQUILA - "Se non lo dico scoppio. Questo è il momento storicamente perfetto per carbonizzare Napolitano e la sua scorta. Da qui deve iniziare la liberazione d'Italia". A scriverlo sul suo profilo facebook, il 28 settembre 2013,... (continua)

TERRORISMO: NEOFASCISTI CONTRO 'CASTA' NEL MIRINO DEL TURCO, CASINI E PEZZOPANE

L’AQUILA - C’erano anche l’ex governatore della Regione Abruzzo Ottaviano Del Turco, la senatrice del Partito democratico Stefania Pezzopane, il vice sindaco dell’Aquila Nicola Trifuoggi e il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini tra gli obiettivi del gruppo... (continua) - VIDEO  

TERRORISMO NEOFASCISTA: AL VIA GLI INTERROGATORI IN CARCERE

L'AQUILA - Iniziano oggi gli interrogatori delle 14 persone appartenenti al gruppo "Avanguardia Ordinovista" che stavano progettando omicidi, stragi di extra-comunitari, rapine per arrivare al sovvertimento dello Stato che l'ideologo dell'organizzazione, il 93enne Rutilio Sermonti (indagato),... (continua)

TERRORISMO NEOFASCISTA: ''CARBONIZZARE NAPOLITANO'', EX CARABINIERE CONDANNATO

L’AQUILA - “Questo è il momento storicamente perfetto per carbonizzare Napolitano e la sua scorta. Da qui deve iniziare la liberazione d’Italia”. Per questa e altre affermazioni, oltre ai piani di attentati per uccidere politici e giudici,... (continua)

ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
Radio L'Aquila 1
ALTRI CANALI
Sanita'
Dal Mondo
Dall'Italia
Il Fatto
L'Aquila che riparte
Necrologie
Notizie liete
Qua la zampa
Terremoto e ricostruzione
»   Ariete
»   Toro
»   Gemelli
»   Cancro
»   Leone
»   Vergine
»   Bilancia
»   Scorpione
»   Sagittario
»   Capricorno
»   Acquario
»   Pesci
FEEDS RSS
Feed Rss AbruzzoWeb
PERSONAGGI
AbruzzoGreen
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui