SVILUPPO: PEPE, ''CON RICONOSCIMENTO AREA CRISI CI SONO 30 MILIONI DI EURO''

Pubblicazione: 27 aprile 2018 alle ore 15:47

SANT'OMERO - Un momento d'incontro e confronto tra istituzioni e imprenditori in un'ottica di condivisione per approfondire le reali esigenze del territorio nonché stimolare opportunità formative e occupazionali.

Settanta aziende sono state invitate all'incontro pubblico organizzato dalla Regione Abruzzo che si è svolto oggi a Sant'Omero (Teramo): "Dai progetti alle nuove opportunità occupazionali" presieduto dall'assessore alle Politiche agricole Dino Pepe, alla presenza del direttore del dipartimento Sviluppo economico, Piergiorgio Tittarelli e di funzionari regionali.

È emerso un tessuto industriale vivo e pronto al rilancio dell'economia della Val Vibrata.

Dalla pubblicazione dei risultati dell'Avviso del Programma operativo cofinanziato (Por) - Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) Abruzzo 2014/2020 azione 3.2.1. Area di crisi complessa Vibrata Tronto Piceno sono infatti 70 le istanze che, in base alla graduatoria provvisoria, risultano idonee e finanziabili. La Regione Abruzzo ha partecipato all'operazione di rilancio dell'area di crisi complessa con un primo stanziamento di 7 milioni di euro.

"Vogliamo - ha commentato l'assessore Pepe - che questo sia solo l'inizio di una 'rinnovata fase' di sviluppo industriale nell'ottica della crescita e del benessere economico. Una sfida impegnativa ma avvincente che richiede sforzi e particolare attenzione. Con il riconoscimento dell'area di crisi ci sono a disposizione 30 milioni di euro di cui 15 derivanti dal ministero dell'Economia e gestiti attraverso un bando nazionale da Invitalia e 15 milioni gestiti direttamente dalla Regione Abruzzo. Oggi, insieme alle prime settanta aziende finanziate con i fondi regionali, vogliamo spingerci verso una riflessione sulle potenzialità occupazionali di questo bando. Si tratta di aziende che hanno iniziato un percorso virtuoso che sicuramente riusciranno a conferire un nuovo slancio con interventi mirati".

Il confronto pubblico è stato utile anche per presentare le misure di politiche attive del lavoro messe in campo dal dipartimento dello Sviluppo economico e politiche del lavoro della Regione Abruzzo. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui