SPIAGGIA ''SENZA VELI'': PARLANO I NATURISTI
''E' GIA' UN SUCCESSO, SEGNALE DI TOLLERANZA''

Pubblicazione: 01 luglio 2014 alle ore 08:49

TORINO DI SANGRO - “Sono trascorsi dieci giorni dall’inaugurazione della prima spiaggia naturista d’Abruzzo e, dalle opinioni di chi l’ha frequentata nell’ultimo fine settimana, è già un successo di presenze e di gradimento”.

Parola di Stefano Daniele e Andrea Marsibilio, referenti dell’Associazione naturista abruzzese (Anab), chiamata in causa dal nostro articolo sulla prima spiaggia naturista in Abruzzo, quella della baia del Cecetto a Torino di Sangro (Chieti).

“Coerentemente con la nostra politica di non sottrarsi mai ad un sano dialogo e proficuo confronto – scrivono i due responsabili Anab - è nostra intenzione quella di chiarire i dubbi che ancora qualcuno nutre”. E così Daniele e Marsibilio hanno inteso “tranquillizzare” i gestori di due stabilimenti balneari delle vicinanze, “Baia blu” e  “Sangro Beach”, che non vedranno mai naturisti né nudisti nei loro stabilimenti, visto che è risaputo che la categoria non ama di certo “le schiere allineate di ombrelloni monocolori”.

Ai consiglieri d’opposizione che rimproverano al sindaco Silvana Priori di aver preso la decisione di istituire la spiaggia naturista con una delibera di giunta, e dunque un po’ alla “chetichella”, rispondono, invece, che poiché l’Anab ha pubblicato un comunicato stampa sulla vicenda, l’argomento è diventato subito di  pubblico dominio.

“Può darsi che la giunta non abbia pensato al ritorno economico dell’iniziativa – dicono ancora dall’Anab - ma sta di fatto che quel ritorno c’è già. Il Camping Sangro, l’unica struttura del territorio che sta attualmente sfruttando questa opportunità, in pochissimi giorni ha visto lievitare notevolmente le prenotazioni di turisti naturisti, italiani e stranieri. Ci sono già voci che si rincorrono di un’estensione dell’apertura anche in settembre per venire incontro al turismo estero, normalmente più propenso ad estendere i periodi di vacanza nei mesi in cui gli italiani sono meno presenti. Ora sta a tutti gli altri cogliere i frutti del seme germogliato”.

Infine una valutazione di tipo sociale: “I cittadini di Torino di Sangro, naturisti o no, dovrebbero essere fieri di vivere in un Comune in cui i loro rappresentanti anche se non praticano naturismo come hanno ripetuto più volte, si sono dimostrati in grado di comprendere la situazione e di prendere una decisione saggia, che tutela tutti, gestendo al meglio un fenomeno che ormai da più parti, anche istituzionalmente, viene ritenuto sano, benefico e naturale”.

“In uno stato civile – concludono Daniele e Marsibilio - le istituzioni devono essere in grado di rispettare tutte le minoranze, anche quelle che professano idee diverse dalle loro ed è proprio quello che è successo a Torino di Sangro. 150 metri su 126 km di costa disponibile sono poca cosa ma rappresentano il segnale della nascita di un sentimento di rispetto e tolleranza e chi vive in quel Comune non può che esserne fiero”. (ar.ia.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

PRIMA SPIAGGIA D'ABRUZZO PER NUDISTI: PIACE AGLI STRANIERI, POCO AI RESIDENTI

di Arianna Iannotti
TORINO DI SANGRO - Inutile nascondersi dietro una foglia di fico: da quando è stata istituita a Torino Di Sangro (Chieti), la spiaggia naturista ha fatto subito parlare di sé. Sia a livello locale, dove in... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui