• Abruzzoweb sponsor

SEVEL ATESSA: USB INDICE SCIOPERO, ''CONTRATTO FIRMATO E' PAGLIACCIATA''

Pubblicazione: 12 dicembre 2019 alle ore 13:17

ATESSA - "E’ una frase già fatta, ma la Montagna ha partorito il topolino. La cosa più buffa è che i firmatari del nuovo contratto collettivo specifico fanno a gara per intestarsi la paternità di una trattativa che in realtà non c’è mai stata , visto il risultato".

Lo afferma il sindacato Usb dello stabilimento Sevel di Atessa, che invitano "tutti i lavoratori a continuare a dimostrare il proprio dissenso contro l’ennesimo atto di arroganza da parte dell’azienda e del servilismo sindacale che continua a tradirli". E indice uno sciopero sabato 14 dicembre dalle 14.15 alle 22.15.

"Le richieste erano altre - si spiega nella nota -: chi insisteva sui fantomatici 5 punti, chi con la tesi che i 12 turni con la notte fissa era illegittima, ma tutti comunque parlavano di riduzione dell’orario di lavoro ma, alla fine, si sono accontentati delle briciole. Noi abbiamo fatto richieste precise condivise dai lavoratori (4 turni da 6 ore + 6 ore il sabato mattina o, almeno, riduzione di orario a parità di salario sui turni del sabato con annessi incentivi economici), che hanno aderito ai nostri scioperi con percentuali considerevoli, e non siamo disposti ad accontentarci, quindi se non ci saranno modifiche all’accordo noi la riduzione dell’orario di lavoro ce la prenderemo".

"Invece è più che una semplice preoccupazione la conferma che Psa dal 2021 inizierà la produzione di circa 100.000 veicoli l’anno in Polonia. I lavoratori hanno il diritto di sapere quale sarà il futuro di questo stabilimento, prima che sia troppo tardi. Chiediamo venga convocata urgentemente un’ assemblea e che quest’accordo vergogna sia messo a votazione, che siano i lavoratori a decidere e scegliere se è giusto accontentarsi delle briciole. Noi insistiamo col ribadire che la turnazione imposta è un grande sacrificio che i lavoratori devono affrontare, poiché tornare a casa a mezzanotte del sabato e ricominciare al lunedì mattina alle 4 non è una cosa accettabile sia per gli effetti sulla vita familiare sia sul recupero dal punto di vista psicofisico", conclude la nota. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui