• Abruzzoweb sponsor

RISERVA BORSACCHIO: GUIDE PRESENTANO PROGETTO RECUPERO VILLA RANALLI

Pubblicazione: 12 ottobre 2019 alle ore 12:42

TERAMO - Le Guide della riserva del Borsacchio, in provincia di Teramo, si propongono per un progetto di recupero di Villa Ranalli a Cologna spiaggia, nota alla cronaca per episodi di grave vandalismo e di forte degrado. Spesso ha rappresentato un vero pericolo per la salute pubblica e un danno incredibile per il profilo urbano.

"Il progetto - spiega Marco Borgatti -, presentato oggi al Comune, si chiama Giardini in Fiore. Prevede diverse fasi. Ovviamente sono indispensabili degli accordi con gli eredi, che stiamo contattando, ed il Comune per liberatorie e collaborazioni nel trovare disponibilità. La struttura è abbandonata da decenni ed il comune è obbligato ad effettuare periodicamente interventi ingenti, a spese dell’ente, per ripristinare i livelli minimi tollerabili di decoro. Solo pochi mesi or sono l’ultimo intervento ad opera dell’amministrazione".

Cardine del progetto è nella condivisione ed apertura al pubblico del solo giardino.Verrà creata un’area aperta al pubblico con il recupero del verde presente e la piantumazione di specie autoctone. Sono previste panchine e ombreggiamenti per offrire spazi pubblici gradevoli. Nelle zone dietro la struttura nasceranno orti urbani per consentire piccole coltivazioni da parte dei residenti, rendendo viva l’area e creando relazioni e rinsaldando il tessuto sociale locale. Inoltre sono previsti orti e giardini didattici per gli studenti delle scuole per effettuare laboratori ed attività legate alle nuove sensibilità ambientali.

"Inutile parlare degli atti di vandalismo e i continui danneggiamenti che continuano a deturpare e peggiorare la situazione prosegue Borgatti -. Inoltre è presente un fosso delle acque bianche che il comune deve mantenere a sue spese per evitare situazioni pericolose. Attraverso la richiesta a grandi Associazioni ambientaliste, come Wwf e Iaap e la richiesta di collaborazione al Collegio dei Periti Agrari, Università di Teramo e Istituto Agrario DI Poppa Rozzi è possibili attivare un progetto ambizioso ma con grandi effetti positivi per la cittadinanza. E' un progetto che libera il comune delle spese di manutenzione e restituisce decoro e fruibilità ad una area degradata. Speriamo di trovare l’accordo fra le parti interessate. Far tornare a vivere quell'area è l’unico modo per sottrarla al degrado. Noi siamo in campo con tutti i nostri mezzi. Speriamo che il comune sia con noi in prima linea per risolvere uno dei problemi della città".

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui