• Abruzzoweb sponsor

RICOSTRUZIONE SEDE STORICA EX CARISPAQ
FONDAZIONE CERCA PARTNER POI COMPRA

Pubblicazione: 08 agosto 2015 alle ore 08:04

La sede centrale ex Carispaq
di

L’AQUILA - È in pieno fermento il dibattito sul futuro di uno degli aggregati più importanti del centro storico dell’Aquila, il palazzo lungo corso Vittorio Emanuele che ospita, tra le altre proprietà, la sede centrale della ex Cassa di risparmio della Provincia dell’Aquila (Carispaq), assorbita nel 2013 dalla Banca popolare dell’Emilia Romagna (Bper).

Una commessa da 12 milioni di euro che, per volere dei proprietari, viene gestita come fosse un appalto pubblico, con oltre 30 manifestazioni di interesse a svolgere i lavori già arrivate, e l’obiettivo di cominciare i lavori il prossimo autunno.

In quest’ottica, un ruolo decisivo lo gioca la Fondazione Carispaq, ente che, come annunciato tempo fa in un incontro con la stampa, avrà un diritto di prelazione sull’acquisto della sede centrale.

Per i vertici della Fondazione, guidata dall’ex assessore Marco Fanfani, esercitare quel diritto di prelazione significa proporre una “mission” alla città: l’acquisto di gran parte del palazzo che costituiva gli spazi della banca, difatti, non avverrebbe certo per tenerlo e usarlo per usi propri, ma per proporlo alla città e rilanciarne la vocazione come una sorta di edificio pubblico.

D’altronde, questo aggregato viene considerato da molti la “chiave” del centro storico, in una zona dove non ci sono uffici pubblici né attività commerciali diurne attualmente riaperte.

In questo senso, secondo quanto appreso, la Fondazione sta cercando partner per contribuire sia all’investimento iniziale, che richiederebbe almeno 8-9 milioni di euro da versare alla Bper, sia, principalmente, alla gestione di quegli spazi.

“Ora è il momento di decidere, ora è il momento di parlare alla città, perché se non vedremo che c’è dialogo, che c’è esigenza di utilizzare quell’edificio centrale come palazzo della città, il nostro diritto di prelazione non avrà senso di essere esercitato - il pensiero di Fanfani - Non si può pensare di investire una somma milionare senza sapere, poi, che cosa fare con sei piani di stabile”.

Polemiche ci sono state nei mesi scorsi per il corollario dell’operazione-Fondazione, ossia il rischio paventato che, una volta venduta la Centrale, all’interno non tornino mai più gli uffici aquilani della banca, che ha già subito uno scippo digerito a stento con lo spostamento del vertice decisionale a Lanciano (Chieti) in una struttura già della Banca di Lanciano e Sulmona (Bls), altra acquisita abruzzese della Bper. Su questo aspetto, comunque, non si registrano sviluppi particolari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

L'AQUILA: OPERE D'ARTE E SEDE STORICA CARISPAQ, BPER APRE A FONDAZIONE

di Roberto Santilli
L’AQUILA - Sull’acquisto della sede storica ancora terremotata della Carispaq, oggi Bper, dell’Aquila, proprio all’ingresso di corso Vittorio Emanuele, la fondazione Carispaq potrà beneficiare del diritto di prelazione. Inoltre, alla Fondazione, in seguito al perfezionamento di un... (continua)

VENDESI SEDE STORICA CARISPAQ, SINDACATI ESIGONO CHIAREZZA DA BPER

L’AQUILA - “Una notizia pessima e del tutto inattesa: la Banca venderà l’intero edificio, recidendo l’ultimo legame con la storia della città e della Carispaq: altro che attenzione al territorio!”. Così in una nota le rappresentanze sindacali... (continua)

RICOSTRUZIONE SEDE STORICA EX CARISPAQ CAMBIA PRESIDENTE, ''IMPULSO AI LAVORI''

di Alberto Orsini
L’AQUILA - Cambio della guardia alla guida di uno dei consorzi più importanti per la ricostruzione di un pezzo decisivo del centro storico dell’Aquila, il palazzo lungo corso Vittorio Emanuele che ospita, tra le altre proprietà,... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui