REGIONE ABRUZZO: D'ALFONSO NOMINA 15 STAFFISTI PRIMA DI ANDARE A FARE SENATORE Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.

LAVORERANNO PART TIME FINO ALLA FINE LEGISLATURA A 16 MILA EURO LORDI L'ANNO; I COSTI DELLA SUA SQUADRA PRESIDENZIALE SI SONO DIMEZZATI

REGIONE ABRUZZO: D'ALFONSO NOMINA 15
STAFFISTI PRIMA DI ANDARE A FARE SENATORE

Pubblicazione: 17 maggio 2018 alle ore 06:30

di

PESCARA - Luciano D’Alfonso oscilla in questi giorni nell’amletico dubbio se restare presidente della Regione o diventare senatore della Repubblica, propendendo però oramai per la seconda opzione.

Intanto però il suo già nutrito staff da governatore si è infoltito di ben 15 componenti, tra stabilizzazioni di “volontari” e nuovi ingressi.  Un’infornata che fa storcere la bocca a molti, visto che arriva a fine legislatura e a pochi mesi dalle elezioni, e il nuovo personale sarà lasciato in eredità dal suo sostituto, il vice presiente di Giunta Giovanni Lolli.

Assunzioni part time, a poco più di 660 euro netti al mese, e che dureranno fino al termine della legislatura, che però, almeno questa è una buona notizia, non rappresentano compessivamnte un aggravio di spesa.

Va infatti ricordato che per la sua "squadra" presidenziale in Regione D’Alfonso ha speso intorno a 1,2 milioni l’anno, la metà rispetto a quello che si spendeva nelle passate legislature, circa 2,4 milioni l’anno. In virtù della scelta di far sottoscrivere contratti meno onerosi e con inquadramenti inferiori.  

Anche le ultime assunzioni sono avvenute, come consente la legge, ad intuitu personae, scelte cioè a piena discrezione e senza nessuna selezione o concorso dallo stesso presidente, che poi comunica la lista all’ufficio competente che procede alle assunzioni.  

In questo caso in categoria “C1” del contratto del pubblico impiego, per prestazione part time di 18 ore settimanali, a 16 mila euro lorde l’anno che nette fanno circa la metà. Rimarranno in carica fino a quando il presidente D’Alfonso resterà tale, essendo il rapporto di natura fiduciaria. Dovesse D’Alfonso scegliere di diventare senatore, come oramai altamente probabile, allorché scatterà l’incompatibilità, gli staffisti potrebbero però essere riconfermati tutti o in parte anche dal vice presidente Lolli, che in quel caso assumerà la funzione di presidente facente funzione, per la gestione ordinaria, fino alle prossime elezioni regionali, in autunno, o come molti pronosticano, a scadenza naturale della legislatura, a primavera 2019.

Nell’elenco dei nuovi componenti di staff, tutti destinati all’ufficio di diretta collaborazione del presidente con sede  a Pescara, diretta dall’ex vicesindaco di Pescara Enzo Del Vecchio, molti hanno avuto o hanno un rapporto molto stretto con il Partito democratico e il presidente in persona, sin dai tempi della campagna elettorale del 2014 e anche quella delle politiche  del 4 marzo scorso.

Tra i nomi resi noti già dal blog di Lilli Mandara Maperò, spiccano in particolare quelli di Monica Di Paolo, nipote dell’assessore comunale Paola Marchegiani, Amaranta Di Biase,  figlia di Luciano Di Biase, presidente dell’Autorità di bacino della regione Abruzzo.

E ancora Nadia D’Antogno, che ha lavorato nel comitato elettorale di D’Alfonso. C’è poi la giornalista aquilana ex di Laqtv Maria Elena Cosenza, e anche Daniela Ortolano, salita alla ribalta delle cronache nella veste di “ombrellina”, ovvero di una delle sei ragazze immortalate a luglio  2017 a  tenere l’ombrello  sul palco attrezzato davanti all’Abbazia Celestiniana di Sulmona, sulle teste degli illustri relatori, tutti di sesso maschile, tra cui D’Alfonso, il ministro della Coesione Territoriale Claudio De Vincenti, il presidente  dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

Siparietto che ha provocato veementi polemiche e si è meritato la ribalta nazionale. Daniela Ortolano intervistata dal Corriere della sera  ha però commentato: "Non capisco tutto questo polverone,  noi siamo tutte volontarie, non siamo pagate, lo facciamo per passione. Davamo una mano già ai tempi del comitato elettorale al governatore D’Alfonso, con lui negli anni è nato un rapporto di amicizia e di stima".

Tra le neo assunte ci sono infine Gioia Smerilli, Giovanni Rasetti, Paolo Giancaterino, Sabrina D’Alessandri, Damiano Ferrante, Tania Di Mascio, Antonio Caroselli, Cristiana Di Tommaso, Vito De Luca e Matteo Monaco.

Le assunzioni sono state possibili grazie alla finestra che si è aperta dopo la tanto agognata approvazione, il 17 aprile scorso, da parte della giunta del rendiconto generale 2016, completando il riallineamento dei documenti contabili, sollecitato ripetutamente e con durezza dalla Corte dei conti, avviato dal governo regionale fin dal suo insediamento e che ha visto l'approvazione dei rendiconti relativi agli esercizi a partire dal 2013. Finestra che si è richiusa il 30 aprile, in quanto è stato sforato il termine per l’approvazione del rendiconto 2017, ed è dunque scattato nuovamente il blocco di qualsivoglia assunzione  o rinnovo contrattuale, imposto come "punizione" dalla Corte dei Conti.

La "finestra" ha consentito di riempire anche importanti caselle rimaste sguarnite della tecnostruttura regionale ai massimi livelli.

È stato infatti confermato il contratto al direttore generale Vincenzo Rivera, e al capodipartimento della Sanità, Angelo Muraglia, è stato nominato capodipartimento delle Attività produttive il dirigente Piergiorgio Tittarelli, mentre a capo del dipartimento Turismo e Cultura è andato il dirigente Francesco Di Filippo, e ancora l’architetto Pierpaolo Pescara, a capo del dipartimento Opere pubbliche. Confermata poi Stefania Valeri a capo dell’Avvocatura regionale mentre Emanuela Grimaldi, proveniente dalla Asl di Teramo è stata messa a capo del servizio Assistenza farmaceutica e trasfusionale. Sono stati elevati alla responsabilità dirigenziale Raimondo Pascale, al servizio Programmazione sociale e sistema integrato socio-sanitario, Bernardo Serra, che coordinerà il servizio territoriale per l’agricoltura Abruzzo Est (Teramo) e Sabrina Di Giuseppe, dottoressa di ricerca in servizio nella Regione Abruzzo, che dirigerà il servizio Gestione e qualità delle acque.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
Radio L'Aquila 1
ALTRI CANALI
Elezioni
Elezioni Comunali 2016
Elezioni Politiche 2013
Elezioni Regionali 2014
Primarie Pd L'Aquila 2014
»   Ariete
»   Toro
»   Gemelli
»   Cancro
»   Leone
»   Vergine
»   Bilancia
»   Scorpione
»   Sagittario
»   Capricorno
»   Acquario
»   Pesci
FEEDS RSS
Feed Rss AbruzzoWeb
PERSONAGGI
AbruzzoGreen
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui