• Abruzzoweb sponsor

REGIONALI: GATTI, ''IN ABRUZZO IL LAVORO E' STATO SALVATO DA NOI''

Pubblicazione: 16 maggio 2014 alle ore 17:07

Paolo Gatti

L’AQUILA - Manca poco al 25 maggio, giorno delle elezioni regionali in Abruzzo.

Alla tornata prenderà parte anche Paolo Gatti, assessore regionale uscente al Lavoro, che ha scelto di ricandidarsi alla carica di consigliere con il centrodestra di Gianni Chiodi, presidente per cinque anni.

Il settore occupato e gestito da Gatti nel quadro regionale è tra i più importanti e difficili, come difficili sono i tempi in cui la necessità del lavoro si è fatta drammatica.

Gatti, cinque anni nel ruolo di assessore al Lavoro. In un difficile scenario, quali sono i successi che rivendica nella sua azione amministrativa nel settore dell’occupazione?

Ci siamo difesi meglio di altri. Abbiamo dato prestiti a 1836 attività per aiutarle a resistere, ne abbiamo fatte nascere 578 e abbiamo finanziato migliaia di aziende per invogliarle ad assumere. Sono 5702 gli abruzzesi che hanno un contratto a tempo indeterminato grazie ai nostri incentivi. Se non si sveglia il Governo nazionale, più di così non si può.

Quali sono state invece le principali iniziative nell’ambito della formazione?

La formazione è cambiata radicalmente e abbiamo sfornato decine di progetti con i quali abbiamo delineato la nostra idea di sviluppo. Formazione in campo turistico, nel settore agroalimentare, nel campo enogastromico, per il restauro, l'archeologia e l'internazionalizzazione. Per la prima volta abbiamo finanziato anche la libera formazione di professionisti e imprenditori.

Come ha operato riguardo alla sua delega alle Politiche sociali?

Oltre 100 milioni di fondi per le politiche sociali, anche se devo riconoscere che molti di questi sono serviti a coprire le carenze degli ultimi 3 governi nazionali, che hanno pesantemente disinvestito sulle politiche sociali in un momento molto delicato. Sugli asili nido, invece, abbiamo fatto un grande lavoro.

La Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della piccola e media impresa (Cna), ha contestato i suoi dati parlando di aumento della disoccupazione e di calo del numero di imprese. Come risponde?

Hanno contestato i dati Istat, non i miei. E hanno dimenticato di segnalare che l'Italia vive un momento di grande crisi e che l'Abruzzo si difende un po' meglio degli altri. Ma li capisco, hanno un candidato, ovviamente a sinistra. E lo devono sostenere.

Nel 2008 è stato il più votato con oltre 10 mila preferenze. Nel panorama elettorale attuale pensa di confermare questo bottino? Punta a confermarsi ‘capocannoniere’?

Mi rimetto alle decisioni dei cittadini, io ho dato tutto me stesso per rappresentarli al meglio. Starà a loro decidere, ma io sono molto soddisfatto del lavoro svolto per il bene comune.

Cosa l’ha convinta a tornare nell’alveo del rinato partito di Forza Italia dopo la candidatura al Parlamento in altri lidi?

È l'unico partito autenticamente di centrodestra che abbia una consistente forza elettorale che ti può consentire di incidere. Altri o sono di destra, o sono confusi, o semplicemente non sono. E io sono stato sempre di centrodestra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui