• Abruzzoweb sponsor

PARLA UN INVESTIGATORE. ''UOMINI E DONNE OGGI SONO INFEDELI ALLA PARI''
COME PRENDERE IL TESSERINO E QUALI SONO I CONFINI DI PRIVACY E PARENTELA

PROFESSIONE DETECTIVE: SHERLOCK ADDIO
SI INDAGA SU DIPENDENTI E TRADIMENTI

Pubblicazione: 11 marzo 2013 alle ore 08:01

di

L'AQUILA - Per tutti quelli che pensano ancora che il kit del perfetto investigatore privato sia composto da pipa, cappello, impermeabile e lente di ingrandimento, beh, è giusto che sappiano la verità.

Questa visione romantica dello spionaggio è ormai obsoleta e mogli e mariti infedeli sono solo una parte di un lavoro tanto complesso quanto arzigogolato.

Datori di lavoro incarogniti con dipendenti furbetti e sempre troppo malati, mariti che devono versare assegni di mantenimento a mogli che fanno due o tre lavori eppure se la spassano con i soldi dell'ex, sono diventati il pane quotidiano di Socrate Investigazioni, una delle agenzie di investigazione aquilane che, paradossalmente, nel capoluogo lavorano poco, per spopolare invece nella zona della Marsica.

“Da dopo il terremoto, all'Aquila, lavoriamo meno le persone pensano ad altro”, spiega ad AbruzzoWeb un dipendente che resta nell'anonimato: discreto e invisibile, come un buon investigatore.

Di che cosa vi occupate?

Investigazioni private civili e penali e informazioni commerciali.

In che cosa consiste nello specifico il vostro lavoro?

Non siamo più investigatori che pedinano le persone, oggi abbiamo quasi più una valenza per la Polizia Giudiziaria, sia in sede civile che penale. Da una legge del 2000, nelle indagini, la parte difensiva ha anche la possibilità di poter fare indagini. Ora l'investigazione è a 360 gradi.

All'Aquila che tipo di casi trattate?

Ci occupiamo di un po' di tutto, dal tradimenti alla frode, molto spesso, però, si rivolgono a noi datori di lavoro per il controllo dipendenti.

Come si lavora all'Aquila? Vengono molte persone?

Abbiamo sempre una buona richiesta, anche se in città si lavora un po' meno. C'è lo stereotipo che l'investigatore scopra il tradimento del coniuge infedele, ma il nostro lavoro, se prima poteva essere principalmente questo, ora invece è cambiato. Le persone non sono più interessate a sapere se il partner tradisce, ma a tutelarsi in fase giudiziale, per avere gli assegni di mantenimento. In questo caso si parla spesso di donne, ma ci sono anche gli uomini, che versano gli assegni alle ex mogli e richiedono il nostro aiuto per scoprire i doppi lavori della ex.

Può raccontare un aneddoto, ovviamente senza fare nomi...

Mi è capitato di una persona che si è fatta licenziare dalla famiglia per risultare senza lavoro e non dare l'assegno alla moglie.

Tradiscono più gli uomini o le donne?

Mi duole dirlo ma siamo alla pari. Non si pensi che tradiscano più gli uomini, non è così!

Dal suo punto di vista professionale com'è cambiata L'Aquila dopo il terremoto?

Non ha avuto grandi cambiamenti, è aumentato solo il controllo dei dipendenti: se un dipendente si mette in malattia e l'azienda vuole verificare che sia effettivamente impossibilitato a lavorare si rivolge a noi. I datori di lavoro non si rivolgono piu all'Inps perché con loro è piu difficile che si muovano. Noi presentiamo un report con la testimonianze dei spostamenti. Nel caso in cui ci siano stati.

Come si diventa investigatore?

Le cose dal 2006 sono cambiate, prima serviva un diploma e un minimo di due anni di esperienza, dopodiché si poteva richiedere la licenza che rilasciano la prefettura e la questura. Prima si otteneva più facilmente rispetto a ora, da sei anni stanno cercando di ridimensionare il tutto e rendere l'ottenimento delle autorizzazioni piu difficile. Serve una laurea in una materia attinente, quindi Scienze dell'investigazione, Psicologia o Giurisprudenza. Poi serve una fase di collaborazione con un'agenzia investigativa e dopo 4 anni si puo richiedere la licenza. A meno che non si ha una carriera in un corpo di polizia.

Chiunque può rivolgersi a voi per far “spiare” un'altra persona? Dov'è il confine con la privacy?

Il rapporto stretto è il confine. Marito o una moglie possono incaricarmi per investigare sul relativo compagno e quindi possiamo mettere dispositivi di tracciamento, gps, telecamere e registratori, ma non possiamo mai entrare nella casa, è coperta da privacy. Non si possono accettare investigazioni da persone che non hanno stretto rapporto con chi si vuole controllare, se per esempio un ragazzo ha dei nonni premurosi che vogliono sapere se il nipote si droga, se i suoi genitori sono in vita, noi non possiamo muoverci perché non è il rapporto più stretto che c'è.

Dove si lavora di più in Abruzzo?

All'Aquila la nostra richiesta è un po' scesa, si pensa molto ad altre cose. Si lavora bene a Pescara e ad Avezzano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui