• Abruzzoweb sponsor

PRESCRIZIONE: FAMILIARI VITTIME, ''NOSTRO CONTRIBUTO A RIFORMA GIUSTIZIA''

Pubblicazione: 20 novembre 2019 alle ore 17:28

L'AQUILA - "La Prescrizione ha colpito duramente i processi di molte nostre associazioni e lo farà con altre nel prossimo futuro, cancellando molti capi di imputazione per cui gli imputati dovrebbero essere giudicati. Per i familiari delle vittime questa legge rappresenta un traguardo importante, è una garanzia per il giusto riconoscimento delle nostre ragioni".

Lo dichiarano, in una nota, gli aderenti al Coordinamento nazionale "Noi non dimentichiamo", presieduto da Gloria Puccetti, che raggruppa associazioni di familiari di vittime di tragedie avvenute su tutto il territorio italiano.

Quindi l'annuncio: "Seguiremo con attenzione il dibattito parlamentare dei prossimi giorni, sostenendo il ministro Alfonso Bonafede, riservandoci di essere presenti davanti alle sedi opportune, nel caso in cui questo importante risultato venga distorto o perda di credibilità".

"Passiamo anni dentro le aule dei Tribunali e sopportiamo processi lunghi e dolorosi - scrivono ancora le associazioni - Tutte le associazioni che fanno parte della nostra Rete Nazionale aspettano una giustizia che stenta a emergere, un diritto sacrosanto che il nostro Stato dovrebbe rispettare perché sancito dalla Costituzione".

"Abbiamo incontrato più volte il ministro della Giustizia che ci ha ascoltati, ha accolto le nostre richieste sintetizzate in un documento dove chiediamo 4 punti fondamentali che possono portare un contributo alla Riforma della Giustizia. Uno di questi è la Prescrizione che finalmente è diventata legge ed entrerà in vigore dal primo gennaio, congelando il decorso una volta chiuso il giudizio di primo grado". 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

VIOLENZA SESSUALE SU MINORE: REATO PRESCRITTO DOPO 15 ANNI DI UDIENZE

AVEZZANO - Quindici anni nel limbo in attesa di una sentenza su una preseunta violenza sessuale nei confronti di un ragazzo, all'epoca minorenne, ma il processo oggi si chiude senza un colpevole, con il reato finito... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui