POMPEI: APRE IL PERCORSO PER DISABILI PIU' LUNGO
D'ITALIA, LAVORI ANCHE DI EDILCOSTRUZIONI TERAMO

Pubblicazione: 02 dicembre 2016 alle ore 20:16

TERAMO - Il sito archeologico di Pompei inaugura il percorso facilitato per disabili più lungo d’Italia, di oltre 3 chilometri, e si prepara a chiudere il 2016 con circa 3 milioni 300 mila presenze, dopo aver già superato a novembre per la prima volta, quota 3 milioni.

Soddisfatto il ministro per i Beni culturali, Dario Franceschini. “La prima volta da ministro, due anni e mezzo fa, sono venuto qui per i crolli. Ora crollano le barriere architettoniche e il sito archeologico continua a crescere per presenze”, ha detto.

Franceschini ha ribadito le grande potenzialità di Pompei: “Ci sono ancora 32 ettari da scavare” ha detto.

Il progetto “Pompei per tutti”, che consentirà ai disabili con problemi motori (ma potrà essere utilizzato anche da chi preferisce un percorso più confortevole), è stato presentato oggi alla stampa e alle associazioni dei disabili, dal ministro, dal direttore del Progetto Grande Pompei, generale Luigi Curatoli, e dal direttore della Soprintendenza di Pompei, Massimo Osama.

Al progetto ha lavorato anche la Edilcostruzioni Group di Teramo degli imprenditori Maurizio e Andrea Polisini, in particolare su una commessa da 2,8 milioni di euro i cui lavori sono andati da giugno 2015 allo scorso ottobre.

Sui marciapiedi ai lati delle strade in acciottolato romano, difficili da percorrere con le carrozzine, è stata realizzata una pavimentazione a base di calce idraulica, priva di cemento, e sono state collocate passerelle e attraversamenti metallici.

I disabili in carrozzina potranno accedere a gran parte delle Domus. Per le persone disabili il sito archeologico sta sperimentando anche nell’ambito del progetto “Smart Pompei” il braccialetto elettronico intelligente, “Con-Me”, dotato di chip assemblati (Gps Bluetooth, Wi-fi, bottone di sos), che permetteranno di localizzare immediatamente il portatore disabile nell’area archeologica e di soccorrerlo in caso di necessità.

I sensori ambientali collocati nel sito segnaleranno ai disabili ed ai loro accompagnatori situazioni di pericolo legate alle condizioni atmosferiche (bagnato/scivoloso, asciutto/polveroso).

Gli ipovedenti potranno utilizzare, tramite il braccialetto elettroniche apposite audio-guide.

Lungo i tre chilometri di percorso saranno riaperte tre fontane storiche capaci ancore di erogare acqua.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui