• Abruzzoweb sponsor

PERDONANZA: DON CLAUDIO TRACANNA, ''LA MANIFESTAZIONE CRESCE''

Pubblicazione: 12 settembre 2011 alle ore 16:21

Don Claudio Tracanna

L'AQUILA - Don Claudio Tracanna, direttore del quindicinale diocesano "Vola" e membro del Comitato Perdonanza, sul numero che è in distribuzione in questi giorni fa un bilancio positivo dell'edizione appena conclusa della Perdonanza celestiniana, a differenza dell'edizione 2010, che aveva bocciato definendola "una sagra".

"Quest'anno, penso che si siano anche un po' raccolti i frutti delle polemiche dello scorso anno. Polemiche che tutti volentieri ci saremmo risparmiate ma che forse son riuscite a scuotere un po' tutti e a portare una ventata di freschezza nella Perdonanza".

Il direttore di Vola in particolare mette in rilievo alcuni eventi importanti che hanno contribuito, quest'anno, a rendere più bella la Perdonanza.

"Appuntamenti come il concerto di Mazzocchetti, la mostra di Ashbey, la Perdonanza dei carcerati, il 'Cammino della Ienca', la cura dei costumi del corteo della Bolla, sono tutte iniziative che, insieme a tante altre, hanno dato sicuramente un maggior spessore a tutto l'evento celestiniano, anche alla parte civile che forse era diventata un po' 'festaiola' e meno curata dal punto di vista culturale".

Importante anche il ruolo della diocesi che quest'anno ha dato un contributo notevole affinché il giubileo aquilano fosse più vicino allo spirito autentico di Celestino: "Penso a i due spettacoli patrocinati dalla diocesi 'Matteo secondo Pasolini' e 'Ore plangamo de lu Siniore' e soprattutto alla conferenza sul perdono di Enzo Bianchi che l'Azione Cattolica diocesana ha giustamente organizzato alla vigilia del giubileo celestiniano. E poi come non apprezzare la figura e il messaggio del Cardinale Comastri che ha dato il via all'indulgenza celestiniana ricordando con affabilità e dolcezza a tutti gli aquilani cosa è essenziale nel difficile cammino della ricostruzione della città: 'Oggi mentre gli aquilani giustamente gridano il bisogno della casa e il diritto della casa, non dimentichino che la bellezza della casa non sono le pareti, ma il cuore delle persone: e il cuore delle persone può essere felice soltanto quando da' spazio a Dio'".

Segnali importanti che don Claudio Tracanna sottolinea e che "impegnano tutti nel proseguire su questa strada che dà un maggior risalto all'aspetto spirituale e fa sì che L'Aquila possa avere come sua più rilevante manifestazione una Perdonanza importante anche dal punto di vista culturale".

Ben diversa era stata la valutazione dell'edizione 2010: "Penso che se un genitore chiedesse al proprio figlio cosa è la Perdonanza, forse si sentirebbe rispondere che è la sagra più bella di tutto il circondario", aveva detto don Tracanna, avviando un duello di comunicati con il sindaco, Massimo Cialente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

PERDONANZA: LA CURIA, ''UNA SAGRA''; CIALENTE, ''RIDATA DIGNITA'''

L'AQUILA - Una bocciatura senza appello. La valutazione della curia aquilana sull'edizione 2010 della Perdonanza Celestiniana, a dieci giorni dalla chiusura della Porta Santa della Basilica di Santa Maria di Collemaggio, è inequivocabile: "una sagra". Una valutazione... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui