PAGAMENTI PA: SOLO 10 ENTI ABRUZZESI
NELLA CLASSIFICA VIRTUOSI DEL MINISTERO

Pubblicazione: 14 settembre 2017 alle ore 06:58

di

PESCARA - La legge parla chiaro: tutte le pubbliche amministrazioni sono tenute a pagare le proprie fatture entro 30 giorni dalla data del loro ricevimento, a eccezione degli Enti del servizio sanitario nazionale, per i quali il termine massimo è fissato di 60.

A scorrere, tuttavia, la classifica del ministero dell’Economia le pubbliche amministrazioni “buone pagatrici” d’Italia nel 2016, sono solo 500 su 22 mila, e di queste solo 10 sono abruzzesi.

In particolare, l’Istituto Zooprofilattico dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” di Teramo, il Comune di Tagliacozzo (L’Aquila), la Prefettura dell’Aquila, il Comune di Corropoli (Teramo), la sede distaccata del ministero delle Infrastrutture di Pescara, il Comune di Loreto Aprutino (Pescara), il Comune di Avezzano (L’Aquila), la procura della Repubblica di Pescara, la Asl provinciale numero 4 di Teramo e la Asl numero 2 di Lanciano-Vasto-Chieti.

Numeri in linea con altre regioni, in particolare del Sud, ma lontani anni luce da quelle del Nord dove, per esempio, Veneto e Lombardia piazzano oltre 300 enti pubblici nelle due distinte sezioni della classifica, una sulla percentuale delle somme dovute e pagate, l’altra sui giorni medi di pagamento.

Spicca, poi, il fatto che, tra gli enti Regione virtuosi ci siano solo la Lombardia, il Lazio, il Friuli Venezia Giulia e il Piemonte.

La Regione Abruzzo, in buona compagnia, è dunque nel novero dei cattivi pagatori.

Un fronte su cui lavorare perché, come ricorda oramai da anni il mondo delle imprese, la tempestività dei pagamenti è uno dei fattori principali per la competitività di un territorio.

Per stilare la classifica, il Mef ha utilizzato il sistema informatico della Piattaforma dei crediti commerciali (Pcc), realizzata e gestita per il ministero dal dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, che rileva le informazioni sulle singole fatture ricevute dalle oltre 22 mila amministrazioni pubbliche registrate.

Ancora non tutti gli enti comunicano, tuttavia, i dati relativi ai pagamenti.

CLASSIFICA PERCENTUALE IMPORTI PAGATI

Per quanto riguarda gli importi pagati dalle 22 mila pubbliche amministrazioni monitorate, il ministero ha calcolato circa 17,3 milioni di fatture, per un importo pari a 111,2 miliardi di euro, che corrisponde al 74 per cento dell’importo totale da saldare.

Ci sono poi appunto le 500 pubbliche amministrazioni virtuose e sono 16, nessuna abruzzese, quelle che non hanno “buffi”, che hanno cioè saldato fino all’ultima fattura.

Sul podio nei primi tre posti, in base a un punteggio che tiene conto anche del rapporto tra l’importo pagato e l’importo da pagare e la media ponderata dei tempi di pagamento, si trovano la Fondazione Istituto Italiano di tecnologia di Genova, l’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura di Padova ed Equitalia Centro di Firenze.

La prima abruzzese la si trova al 39° posto, l’Istituto Zooprofilattico teramano, con il 98 per cento delle fatture, in tutto 6.132, pagate, pari 14 milioni 478 mila euro.

Molto più in basso, al 329° posto, ma comunque nella classifica dei buoni pagatori, il Comune di Tagliacozzo (L’Aquila), con l’89 per cento, per un totale di 1.144 fatture, pari a 3 milioni 303 mila euro.

A seguire al 378° posto, la prefettura del capoluogo con l’88 per cento, pari a 1.652 fatture per 9 milioni 748 mila euro.

E ancora, al 382° posto, il Comune di Corropoli, (Teramo) pure con l’88 per cento dei pagamenti pari a 1.608 fatture e 2 milioni 474 mila euro.

Infine, al 403° posto, la sede distaccata del Mit di Pescara: anche qui le fatture onorate, 2.459, pari a 2 milioni 973mila euro, sono l’88 per cento di quanto dovuto.

CLASSIFICA DEI TEMPI DI PAGAMENTO

Il ministero dell’Economia calcola che i tempi medi di pagamento sono stati, nei 22 mila enti pubblici, a 58 giorni, mentre i tempi medi di ritardo si sono attestati su valori pari a 16 giorni, un valore, quest’ultimo, in diminuzione rispetto al 2015.

Per quanto riguarda i 500 enti virtuosi a svettare su tutti è il Comune di San Genesio Atesino in Trentino-Alto Adige, che liquida le fatture in media in appena 6 giorni.

A seguire la procura della Repubblica di Siracusa, il Comune di Quinto in Veneto e il Comune di Rosate in Lombardia, con 9 giorni in media.

Primi enti pubblici abruzzese, in alta classifica, il Comune di Loreto Aprutino (Pescara) e il Comune di Avezzano (L’Aquila), con tempi di pagamento di 15 giorni.

A seguire ancora una volta il Comune di Tagliacozzo (L’Aquila) con 18 giorni, la procura di Pescara, 21 giorni, il Comune di Corropoli, 28, ben piazzato come detto anche nella classifica delle percentuali di pagamento.

A seguire la Asl di Teramo, 29 giorni, e la Asl di Lanciano Vasto Chieti con 56, ricordando che il tempo di pagamento massimo per le Asl è di 60 giorni, e dunque che la Asl di Pescara e la Asl dell’Aquila, non presenti nella classifica dei virtuosi, sforano queste tempistiche.

Infine ancora una volta l’Istituto Zooprofilattico dell’Abruzzo e del Molise G. Caporale, con tempi medi di pagamento di 57 giorni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui