• Abruzzoweb sponsor

OMICIDIO L'AQUILA: 55ENNE UCCISO PER UN PRESTITO, SI SEGUE PISTA MOVENTE ECONOMICO

Pubblicazione: 07 dicembre 2019 alle ore 20:15

L'AQUILA - Potrebbero esserci motivi economici dietro la morte di Paolo D'Amico, 55enne, dipendente dell'Ams, l'azienda municipalizzata del'Aquila che si occupa di ambiente e raccolta dei rifiuti, assassinato nella sua casa di Barisciano.

Le indagini proseguono a ritmo serrato e il Reparto operativo dei carabinieri, guidato dal comandante Nazareno Santantonio, al momento segue la pista del movente economico, anche se non si escludono altre piste. Un'ipotesi emersa durante gli interrogatori.

E così, dietro la morte di D'Amico, ucciso dai colpi di uno scalpello che gli hanno squarciato il petto, potrebbe esserci un prestito non onorato.

Tre le armi utilizzate per colpire il 55enne: un martello, un oggetto in legno acuminato, utilizzato nella falegnameria e uno scalpello.

L’uomo potrebbe essere stato aggredito da almeno due persone ed ucciso fuori dal garage per poi essere trasportato all’interno.

Tra le ipotesi più accreditate anche quella di un'aggressione legata ai lavori della costruzione della casa di legno in cui è stato trovato morto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui