• Abruzzoweb sponsor

NUOVO SEGRETARIO PER PAPA, PADRE GONZALO AEMILIUS DA RAGAZZI STRADA A VATICANO

Pubblicazione: 26 gennaio 2020 alle ore 17:18

CITTA' DEL VATICANO - Dai ragazzi di strada al Vaticano: Papa Francesco ha chiamato come suo segretario particolare padre Gonzalo Aemilius, 40 anni, uruguayano, dottore in teologia ma soprattutto emblema di quella Chiesa 'in uscita' che si occupa degli ultimi.

Il pontefice, nella sua prima messa da Papa, il 17 marzo 2013, lo aveva chiamato sull'altare della chiesa di sant'Anna con parole di apprezzamento per la sua opera tra i ragazzi difficili e fragili. 

La scelta del Papa, si legge sull'Ansa, arriva nella prima Giornata della Parola di Dio. 

E il pontefice, in questa occasione, ha voluto donare personalmente la Bibbia a 40 personalità in rappresentanza di varie categorie, dai vescovi agli ambasciatori, dai giornalisti ai bambini della prima comunione. Tra loro c'era anche lo scienziato Antonino Zichichi. E il più gettonato per i selfie in basilica prima dell'inizio della messa: il giovane calciatore Nicolò Zaniolo. 

Il pontefice ha dunque chiamato a Casa Santa Marta un prete di strada per aiutarlo nella sua attività quotidiana. 

Il sacerdote uruguayano Gonzalo Aemilius e Bergoglio si conoscono dal 2006, da quando il cardinale arcivescovo di Buenos Aires gli telefonò perché aveva sentito parlare del suo lavoro con i ragazzi di strada. Aemilius prende il posto di padre Fabian Pedacchio, il sacerdote argentino che ha lavorato accanto a Francesco dal 2013 al 2019, tornato lo scorso dicembre al suo incarico presso la Congregazione dei vescovi. E affiancherà l'attuale segretario particolare, l'egiziano di rito copto cattolico padre Yoannis Lahzi Gaid. Padre Aemilius proviene da una famiglia agiata di Montevideo, una nonna ebrea e genitori non credenti, e si è convertito durante il liceo. 

Decide di farsi prete e di dedicare la sua vita ai ragazzi poveri e abbandonati del suo Paese. Nato il 18 settembre 1979, ordinato sacerdote il 6 maggio 2006, padre Aemilius era diventato un volto noto perché la mattina del 17 marzo 2013, mentre salutava i fedeli radunati fuori la Porta Sant'Anna, il nuovo Papa lo vide tra la folla e lo invitò a seguirlo nella chiesa dove stava per celebrare la sua prima messa con i fedeli dopo l'elezione. 

Padre Aemilius è stato direttore del Liceo Jubilar Juan Pablo II in Uruguay e ha studiato per due anni teologia a Roma.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui