• Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

OGNI SEME E' RIFERITO ALLE QUATTRO PROVINCE DELLA REGIONE

LE CARTE DA GIOCO ABRUZZESI: ORIGINALE IDEA TERAMANA

Pubblicazione: 09 dicembre 2010 alle ore 18:16

Le nuovissime carte abruzzesi

TERAMO - Dopo le classiche Piacentine o le ancor più famose Napoletane, ecco arrivare da Natale, nelle edicole e nei negozi, anche le carte da gioco Abruzzesi.

Le produce la Dal Negro di Treviso ma il progetto e l'incisione sono tutti teramani.

Nasce dall'iniziativa del Comitato organizzatore "Mostre ceramiche antiche e moderne", su un'idea di Alessandro Maria Caccia.

Si tratta di una rivisitazione regionale delle carte Napoletane: ogni seme è riferito alle province abruzzesi, i Denari all'Aquila, le Coppe a Teramo, le Spade a Chieti e i Bastoni a Pescara.

L'Asso del capoluogo abruzzese è un'aquila che, sotto l'Immota Manet, sovrasta la "Bolla d'oro" di Federico II, questi rappresentato dal Re di Denari.

Le famose ceramiche di Castelli campeggiano con un paesaggio tipico nell'Asso di Coppe, mentre il quattro dello stesso seme reca il fregio quattrocentesco con il motto "A lo parlare agi mesura"; il Guerriero di Capestrano custodito nel museo archeologico chietino è nell'Asso di Spade, il motto dannunziano "Ferrum est quod amat" sigla il Due; da Pescara l'Asso di bastoni ricorda l'"Audere Semper" di dannunziana memoria.

Il Comitato ha affidato la realizzazione delle carte da gioco a Lionello Recchia, incisore dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che le ha interpretate nella tradizione locale dalle Napoletano, senza stravolgerle.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui