La giornalista Busi: capisco gli aquilani, situazione più grave di come è stata dipinta

Pubblicazione: 23 febbraio 2010 alle ore 00:00

Nel corso della mobilitazione di questa mattina all'Aquila, decine di persone hanno rivolto contestazioni animate a una troupe del Tg1 guidata dalla giornalista Maria Luisa Busi , in Abruzzo per un servizio per il settimanale di approfondimento Tv7. I manifestanti hanno contestato la loro presenza sul posto, gridando «scodinzolini, scodinzolini!» e accusando l'emittente nazionale di avere diffuso un'immagine falsata della situazione in Abruzzo. La giornalista ha replicato: «Capisco la situazione e capisco gli aquilani» e ha parlato di una contestazione «molto forte nei confronti del Tg1».

«Quello che io posso dire - ha spiegato poi la Busi - è che io sono qui per fare il mio lavoro onestamente e non posso rispondere, ovviamente, dell'informazione a livello generale che il Tg1 ha fatto nel corso di questi dieci mesi dal terremoto. Posso solo dire che quello che ho visto all'Aquila, in questi giorni con i miei occhi, è molto più grave di come talvolta è stato rappresentato: migliaia di persone sono ancora in albergo, le case non bastano e la ricostruzione non è partita».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2016 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui