• Abruzzoweb sponsor

L'AQUILA: QUANDO LA CUPOLA DELLA CHIESA DELLE ANIME SANTE CROLLO' IN DIRETTA RAI

Pubblicazione: 15 giugno 2019 alle ore 18:00

L'AQUILA - E' uno dei simboli del terremoto che il 6 aprile 2009 cambiò per sempre la città dell'Aquila.

Conosciuta come Anime Sante, la Chiesa di Santa Maria del Suffragio, il 7 aprile 2009, il giorno dopo la tragedia, vide crollare la sua cupola in diretta Rai.

Le scosse non si fermavano e le telecamere riuscirono addirittura a riprendere in diretta il momento del crollo di un pezzo della cupola. Le immagini e le foto a seguire divulgarono il ritratto di una città profondamente ferita, e macerie su macerie.

Ma la Chiesa, quasi 10 anni dopo, il 6 dicembre scorso, è stata restituita al culto. A varcare la soglia, durante la Festa della Rinascita, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha visitato l'interno restaurato, insieme al ministro degli Affari esteri francese, incaricata per l’Europa, Nathalie Loiseau.

All'apertura del portone della Chiesa gli oltre mille bambini hanno lanciato in aria i palloncini nero verdi, colori della città e simbolo di ricordo e di speranza.

Un momento indelebile che ha riconsegnato alla città dell'Aquila un pezzo di storia identitaria.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui