• Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

L'AQUILA: OK METRO LEGGERA, CON 25 MILIONI DA SAN DEMETRIO A SASSA

Pubblicazione: 05 maggio 2014 alle ore 19:47

L'AQUILA - Via libera al progetto di "metropolitana di superficie" che interessa il tratto ferroviario che attraversa la città dell'Aquila.

Si è chiusa la Conferenza di servizi che ha permesso a Regione Abruzzo, Comune dell'Aquila, Rete ferroviaria Italia, Provincia e Anas di chiudere la procedura per il via libera al progetto definitivo.

Qualche settimana fa ad AbruzzoWeb alcuni amministratori dei Comuni interessati avevano lanciato un grido d'allarme per la paralisi dell'opera, chiedendo a Trenitalia se la considerasse ancora definitiva: ora arriva questa prima risposta.

“Siamo arrivati alla conclusione di questo complesso e difficile iter e il risultato positivo è stato raggiunto grazie alla fattiva collaborazione tra Regione, Comune dell’Aquila, Rfi, Provincia dell’Aquila e Anas”, spiega il direttore regionale dei Trasporti, Carla Mannetti, che rappresentava la Regione su delega del presidente della Regione, Gianni Chiodi.

“Partiranno anche i lavori del piazzale antistante la stazione di Paganica - promette la Mannetti - Ci saranno più parcheggi e l’installazione di una pensilina”.

Il progetto, nello specifico, prevede la soppressione di 14 passaggi a livello nel tratto ferroviario che va da San Demetrio a Sassa e la contemporanea realizzazione di quattro fermate in più rispetto alle attuali nel tratto che attraversa il territorio dell'Aquila.

La linea ferroviaria interessata dai lavori è la Sulmona-L'Aquila, linea ad alta frequenza di pendolari che non subirebbe riduzioni e compressione di servizi dal progetto appena licenziato dalla Conferenza.

L'impegno finanziario è tutto a carico di Rfi per 25 milioni di euro: di fatto si tratta dell'impiego dell'ultima tranche di finanziamento di 100 milioni di euro che il Governo dispose in occasione del terremoto del 2009 per la riattivazione e rivitalizzazione delle linee ferroviarie da e per L'Aquila.

Le quattro fermate che verranno realizzate saranno quelle di San Gregorio, Bazzano, Aquilone, Sassa progetto Case.

Sui tempi di realizzazione, Rfi ha annunciato di aver già avviato le procedure di esproprio e che il via libera della Conferenza dei servizi permette l'avvio della procedura per l'attività negoziata che dovrebbe concludersi tra sei mesi con l'assegnazione formale dei lavori.

Rfi si è inoltre impegnata a portare a conclusione i lavori di sistemazione del piazzale antistante la stazione di Paganica con la realizzazione di una fermata bus a norma di sicurezza e di nuovi parcheggi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

L'AQUILA: METRO LEGGERA DA EST A OVEST ''E' ANCORA PRIORITARIA PER TRENITALIA?''

di Filippo Tronca
L'AQUILA - Sono passati due anni e mezzo dall'annuncio di una metropolitana leggera Scoppito-L’Aquila-San Demetrio ma gli amministratori locali sanno ancora poco e niente sulla progettazione esecutiva da parte dei tecnici di Trenitalia, e non sono in... (continua)
...
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui