• Abruzzoweb sponsor

L'AQUILA: MONDO SOLIDALE
AL PALA ANGELI, I PICCOLI
GIOCANO E CRESCONO

Pubblicazione: 05 settembre 2013 alle ore 08:04

L'interno del Pala Angeli
di

L'AQUILA - Un posto dove giocare a basket e allenarsi, ma anche stare insieme agli amici, studiare, leggere e navigare su Internet. Un luogo d'incontro dove grandi e piccoli possono trascorrere del tempo insieme, in un momento in cui all'Aquila scarseggiano i punti di aggregazione, sotto lo stesso unico comun denominatore: la solidarietà.

È il Pala Angeli, nato da poco meno di un anno nella frazione dell'Aquila di Sant'Elia, all'interno di un luogo ormai fondamentale per tutti, l'insediamento del progetto C.a.s.e..

Raggiungerlo è semplice, basta percorrere la strada statale 17 e svoltare verso gli alloggi antisismici della frazione, e lì, seguendo le strade, ci si trova davanti a un grande edificio bianco e blu, con impresso un aquilotto che tenta di addentare un pallone da basket.

E lì dentro, insieme ai suoi ragazzi, c'è Roberto Nardecchia, presidente della Scuola Minibaket L'Aquila e Nuovo Basket Aquilano, che dell'allenamento ai bambini ha fatto la sua vocazione.

“Questa struttura - spiega ad AbruzzoWeb - vuole essere prima di tutto un luogo di aggregazione per i giovani, dove trascorrere del tempo, allenarsi a pallacanestro, tutto nel rispetto delle regole e dell'altro”.

Esteso 6.800 metri quadri, il Pala Angeli è costato 1 milione di euro, ottenuto grazie alle donazioni di privati, Fondazione Prosolidar, Fondazione Casinò di Venezia, Fondazione Terre di Siena, Fondo Attività Sociali Senato della Repubblica, Fondazione Carispaq, Fondazione Consiglieri Consiglio Regionale, Associazione Nazionale Magistrati.

Una parte è concentrata all'interno, composta da una biblioteca e sala studio, stanza relax e gioco, e, infine, il campo. All'esterno, tra un mese, saranno inaugurati altri due campi. Il tutto “senza barriere architettoniche - come sottolinea Nardecchia - Siamo, infatti, il primo campo sportivo senza ostacoli di alcun tipo”.

Ex arbitro di serie A, costretto a ritirarsi dopo un arresto cardiaco in campo, Nardecchia ha portato all'Aquila associazione mondiali nell'ambito del sociale, la russa “I bambini di Maria” i cui ragazzi hanno realizzato uno splendido murales nella stanza ricreativa e presto arriveranno i ragazzi della Fondazione di Patch Adams.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

TERREMOTO: AL 'PALA ANGELI' L'AQUILA E LA RUSSIA IN UN UNICO ABBRACCIO

L'AQUILA - "I nostri ragazzi e ragazze sono rimasti molto colpiti quando gli è stata raccontata la tragedia dell'Aquila. Hanno provato molta compassione per chi ha perduto parenti e amici a causa del terremoto". L'umana comprensione per... (continua) - VIDEO  

MOROSINI: EX ARBITRO AQUILANO, ''IO SALVO GRAZIE AL DEFIBRILLATORE''

di Stefano Castellani
L’AQUILA - Anche un aquilano ha vissuto una tragedia simile a quella del centrocampista Piermario Morosini, ma fortunatamente è ancora vivo. Roberto Nardecchia, all’epoca arbitro della serie A di basket, deve la vita all’intevento del massaggiatore del... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui