ISTAT: ABRUZZO ROSA, MULTIRAZZIALE E ANZIANO, TUTTI I NUMERI

L'AQUILA - Un Abruzzo più rosa e multirazziale, ma anche più vecchio e multicentenario è quello disegnato dal 15° censimento generale della popolazione e delle abitazioni Istat aggiornato all’ottobre 2011, i cui dati regionali sono stati diffusi oggi.

Una regione variegata e cosmopolita, molto più popolosa rispetto al 2001 grazie agli immigrati che, negli ultimi dieci anni, hanno incrementato la popolazione del +3.6% . All’Aquila il primato di città dove si fanno meno figli, con un modesto +0.3%, Teramo invece la più prolifica con un + 6,6%.

Più che triplicata la presenza di stranieri, con una crescita pari al 218,2%. Teramo e L’Aquila sul podio con una percentuale di residenti extracomunitari rispettivamente del 28.9% e 27.6%. Tra i piccoli centri dell’Aquilano censiti, i Comuni con l’incidenza più elevata sul totale della popolazione sono San Pio delle Camere e Poggio Picenze.

Abruzzo tutto al femminile che, nell’ultimo decennio, vede il gentil sesso superare di 38.515 unità i maschietti nostrani. Tengono bene gli uomini teramani, aquilani e chietini, ‘subiscono’ di più quelli pescaresi con il rapporto di mascolinità più basso della regione.

Si registra uno strabiliante e complessivo aumento degli ultracentenari del 119,3 %:  è Chieti la città con più ‘overcento’ che triplica i suoi numeri dal 2011, seguita da L’Aquila, Pescara e Teramo. Nel 2001 era Pescara.

È di 44 anni l’età media della popolazione abruzzese: il paese più giovane è Santa Maria Imbaro (Chieti), con una età media di 39,7 anni, il più vecchio è invece Schiavi di  Abruzzo, sempre nel Chietino, dove l’età media è di 63,8 anni. (m.gal.)

I DATI ISTAT


AUMENTANO GLI STRANIERI, STABILI GLI ITALIANI
 

Al 9 ottobre 2011, data di riferimento del 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni, la  popolazione residente in Abruzzo ammonta a 1.307.309 unità.  Rispetto al 2001, quando si contarono 1.262.392 residenti, l’incremento è del 3,6%, da attribuire  esclusivamente alla componente straniera. Infatti, nel decennio intercensuario la popolazione di cittadinanza  italiana è diminuita di 1.775 individui (-0,1%) mentre quella straniera è aumentata di 46.692 unità. Nel periodo intercensuario i maggiori incrementi di popolazione si rilevano nelle province di Teramo (+6,6%)  e Pescara (+6,5%). Incrementi lievi si registrano nella provincia di Chieti (+1,5%) e in quella di L’Aquila  (+0,3%). 
 
PIU' FEMMINE CHE MASCHI
 
In Abruzzo si contano 94,3 uomini ogni 100 donne (634.397 uomini, 672.912 donne). A livello territoriale si segnalano alcune lievi differenze: nella provincia di Pescara il rapporto di mascolinità scende al 92,4% (151.154 uomini, 163.507 donne), nella province di Teramo, L’Aquila e Chieti si attesta rispettivamente a  95,2% (149.424 uomini, 156.925 donne), 95,0% (145.340 uomini, 153.003 donne) e 94,5% (188.479 uomini,  199.477 donne). In 61 comuni, pari al 20% del totale, il rapporto di mascolinità risulta sbilanciato a favore della componente  maschile; il valore più alto si registra nel comune di Pietracamela, in provincia di Teramo, (133,8 uomini ogni  100 donne). Al contrario, si contano solo 67,8 uomini contro 100 donne a Montebello sul Sangro, in provincia  di Chieti.
 
SEMPRE PIU' ULTRACENTENARI
 
Dal 2001 al 2011 la percentuale di popolazione di 65 anni e più è passata dal 20,5% (258.233 persone) al  21,7% (283.619 persone); era pari al 16,9% nel 1991 (211.370 persone). Anche i “grandi vecchi”, ovvero gli ultra 85enni, incrementano il loro peso sul totale della popolazione  residente (dal 2,4% del 2001 al 3,2% del 2011). In particolare, si registra un aumento del 119,3% nella  classe degli ultracentenari. Gli over100 anni, infatti, erano 171 nel 2001 (31 maschi e 140 femmine) mentre nel 2011 ne sono stati censiti 375, con una percentuale di donne pari al 79,5% (298).  La provincia di Chieti registra il maggior numero di ultracentenari (111, pari al 29,6% del totale). Seguono la  provincia di L’Aquila con 90 e quelle di Pescara e Teramo, entrambe attestate su 87. Nel 2001 era la  provincia di Pescara a detenere il maggior numero di over100 (45, pari al 26,3% del totale); seguivano Chieti  (43), Teramo (42) e L’Aquila (41). Nel corso degli ultimi dieci anni il numero di ultracentenari è quasi triplicato nella provincia di Chieti, con un  incremento percentuale pari al 158,1%, ed è pressoché raddoppiato in tutte le altre province abruzzesi.
 
L’età media della popolazione residente in Abruzzo è di 44 anni. Il comune più giovane è Santa Maria Imbaro (CH), con una età media di 39,7 anni, il più vecchio è Schiavi di  Abruzzo (CH), dove l’età media è di 63,8 anni.
 
I COMUNI PIU' GRANDI E QUELLI PIU' PICCOLI
 
Dal 2001 a oggi la popolazione è aumentata in 107 comuni abruzzesi (35,1% del totale). La provincia di Teramo è l’unica in cui più della metà dei comuni (25, pari al 53,2% del totale) ha registrato un incremento della popolazione. La provincia di Chieti detiene invece il primato del maggior numero di  comuni (79) che hanno visto ridursi il numero di residenti. Seguono la provincia di L’Aquila (69) e quella di  Pescara (28). 
 
La popolazione residente in Abruzzo si distribuisce per il 29,7% nella provincia di Chieti, per il 24,1% nella  provincia di Pescara, per il 23,4% nella provincia di Teramo e per il 22,8% nella provincia di l’Aquila. La  provincia più popolosa, Chieti, conta 387.956 residenti; quella con meno abitanti, L’Aquila, 298.343. In termini di popolazione, i cinque comuni più grandi d’Abruzzo sono: Pescara (117.166 residenti), L’Aquila  (66.964), Teramo (54.294), Chieti (51.484) e Montesilvano (50.413). I cinque comuni più piccoli sono invece: Montelapiano (80 residenti), Montebello sul Sangro (99) e Roio del  Sangro (103) in provincia di Chieti, Carapelle Calvisio (85) e Santo Stefano di Sessanio (111) in provincia di  L’Aquila.
 
TRIPLICATA LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE
 
Nel corso dell’ultimo decennio la popolazione straniera residente in Abruzzo è più che triplicata, passando  da 21.399 a 68.091, con una crescita pari al 218,2%. La provincia di Teramo detiene la percentuale più alta di stranieri residenti (28,9%), seguita dalla provincia di  L’Aquila (27,6%) e da quella di Chieti (23,4%). Solo il 20,1% degli stranieri residenti in Abruzzo vive nella  provincia di Pescara. La componente femminile, che prevale in tutte le province, rappresenta il 54,9% del totale degli stranieri, valore che sale al 57,8% per la provincia di Pescara. Il rapporto di mascolinità, diminuito di 4 punti percentuali rispetto al 2001, è di 82,2 maschi ogni 100 femmine. In Abruzzo si registrano 52,1 stranieri ogni 1.000 censiti.
 
A livello territoriale la provincia di Teramo presenta l’incidenza più elevata, con 64,3 stranieri ogni 1.000 censiti. Seguono la provincia di L’Aquila (62,9‰), quella  di Pescara (43,5‰) e quella di Chieti (41,1‰). I comuni con l’incidenza più elevata di stranieri sul totale della popolazione censita sono San Pio delle  Camere (AQ), con 27,6 stranieri per 100 censiti, e Poggio Picenze (AQ) con il 17,8%.


14 febbraio 2013 - 15:10 - © RIPRODUZIONE RISERVATA

NEWS
 
notizie abruzzo
link Sponsorizzati

Velocitá Massima

Il brivido della velocitá pura

Non Vivo Scienza Te

Parliamo di Scienza con Loredana Sansone

BlueNote

Musica e dintorni

C come Blog

Passioni culinarie ed arte

CINEMATIK

Il cinema visto da dentro

C'ERA UNA VOLTA L'AQUILA

Tornare nel passato e rivivere emozioni uniche
SPECIALE
TERREMOTO E RICOSTRUZIONE
TERREMOTO E RICOSTRUZIONE, SPECIALE ABRUZZO
L'AQUILA CHE RIPARTE
TERREMOTO E RICOSTRUZIONE, L'AQUILA CHE RIPARTE
 
continua »
 
continua »
SOCIAL NETWORK
SERENA MENTE
  • Abruzzoweb sponsor
AbruzzoGreen
  MULTIMEDIA
Tutti i video »
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
  • Belle d'Abruzzo
iscriviti
Radio L'Aquila 1
Tour Progetto C.A.S.E.
Squadra Abruzzo
ALTRI CANALI
Sanita'
Dal Mondo
Dall'Italia
Il Fatto
L'Aquila che riparte
Necrologie
Notizie liete
Qua la zampa
Terremoto e ricostruzione
INDICI DI BORSA
FTSE MIB Intraday
»   Ariete
»   Toro
»   Gemelli
»   Cancro
»   Leone
»   Vergine
»   Bilancia
»   Scorpione
»   Sagittario
»   Capricorno
»   Acquario
»   Pesci
FEEDS RSS
Feed Rss AbruzzoWeb
PERSONAGGI
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003-2014 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 20485 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli
La redazione può essere contattata al tel 0862.442072/ fax 0862.760872

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X