• Abruzzoweb sponsor

INGV L'AQUILA: C'E' RISCHIO ADDIO ALLA SEDE
VALENTINI, ''PROBLEMI DI ACCESSO, ADESSO BASTA''

Pubblicazione: 07 giugno 2014 alle ore 08:09

di

L'AQUILA - "Proprio ieri ho parlato con il sindaco Massimo Cialente, che si è subito mobilitato per trovare una soluzione al problema. Forse si riuscirà a fare qualcosa già all'inizio della prossima settimana, così non si può andare avanti".

Così ad AbruzzoWeb l'imprenditore aquilano Gabriele Valentini, in merito alle sorti della sede dell'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) in via dell'Arcivescovado, a due passi da piazza Duomo, i cui vertici minacciano di abbandonare la sede.

Si tratta più precisamente dell'edificio di proprietà dello stesso imprenditore che, con dei tunnel sopraelevati, si collega allo storico palazzo delle Poste in piazza Duomo - venduto al gruppo abruzzese Strever nel 2011 per 6 milioni di euro, diventerà un albergo - e che, a causa del crollo di una parte di cornicione di quest'ultimo, negli ultimi tempi è oggetto di disappunto e malcontento, sia da parte del proprietario che degli stessi dipendenti dell'Istituto Nazionale di Geofisica.
 
"Non è possibile tenere chiusi 30 metri di strada - prosegue Valentini - anche perché, nonostante si trovi in zona rossa, ho fatto i salti mortali per risistemarlo dopo il terremoto e ora non credo sia giusto che l'unico ente realmente operante nel palazzo debba continuare a sopportare certi disagi".

Il crollo ha infatti comportato diversi problemi per i 30 dipendenti operanti al terzo piano del palazzo poiché, a causa della necessaria chiusura sia di via dell'Arcivescovado che della strada adiacente alla chiesa delle Anime Sante, l'unico accesso disponibile rimasto è solo quello in via delle Bone Novelle, anch'esso in ogni caso interessato da ulteriori lavori.

Per venire incontro alle richieste dell’Ingv lo stesso Valentini ha messo a disposizione dell'ente anche i garage di sua proprietà, ma sembra che, ad oggi, la situazione continui ad essere insostenibile tanto che i vertici dell'Istituto avrebbero addirittura minacciato di voler abbandonare la sede proprio a causa delle difficoltà di accesso.

"Dopo il terremoto abbiamo cercato di affittarlo a diversi enti e l'unico che ha accolto il nostro invito è stato, appunto, l'Ingv - conclude Valentini - Non vedo perchè ora debbano continuare a sopportare. Proprio per questo, mi sono rivolto direttamente al Comune ed ora sembra che il siandaco, che si è molto risentito per il problema, se ne stia finalmente occupando".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui