• Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

L'ASSESSORE PAOLUCCI, ''DECISIVA PER DEROGA PRESCRIZIONI AGENAS''
M5S, ''ALLORA POTEVA ESSERE EVITATO ANCHE SMALTELLAMENTO AD ATRI!''

IL MINISTERO ''GRAZIA'' IL PUNTO NASCITE
SULMONA, AD UN PASSO DALLA CHIUSURA

Pubblicazione: 16 aprile 2018 alle ore 18:20

SULMONA - Dopo un braccio di ferro durato tre anni, si va verso la deroga alla chiusura del Punto nascita di Sulmona (L'Aquila) unico superstite di quelli sotto le 500 nascite all'anno e già chiusi in Abruzzo, ovvero quelli di Penne (Pescara), Ortona (Chieti) e Atri (Teramo), in ottemperanza al decreto Lorenzin.

La buona notizia è arrivata nell'incontro di venerdi scorso a Roma al ministero della Salute, e ad annuciarla è stato l'assessore regionale alla Sanità Silvio Paolucci, di ritorno dal tavolo di monitoraggio, e secondo il quale "si provvederà a inserire il Punto nascita di Sulmona tra quelli in deroga nelle liste ministeriali", in quanto a servizio di aree montane dove le vie di comunicazione sono particolarmente disagiate.

Ad esultare è il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Riccardo Mercante, teramano, che però si chiede a questo punto perché non si sia fatto di più per evitare la chiusura anche degli altri tre punti nascita, a cominciare da quello di Atri.

Come riferisce il quotidiano il Centro, Paolucci ha spiegato al Ministero che a poter far salvo il punto di nascite di Sulmona, sono in particolare le prescrizioni Agenas relative alla necessità di attivazione permanente del trasporto aereo, e il ministero non avrebbe obiettato la scelta, ma ha chiesto di presentare la richiesta di deroga che finora è stata regionale e che invece deve essere riconosciuta dal ministero.

Un passaggio che si formalizzerà entro giugno, ha assicurato Paolucci.

A “congelare” la chiusura era stata del resto la necessità di realizzare un eliporto e un efficiente servizio di trasporto aereo delle partorienti, in caso di particolari emergenze, per altri punti nascita, in primis quello dell’Aquila. Ovvero la necessità di rafforzare il servizio di trasporto in emergenza neonatale (Sten) e il servizio di trasporto assistito materno (Stam).

A battersi contro la chiusura del punto nascita sulmonese un agguerritissimi comitati cittadini. E anche in virtù di questa mobilitazione sono stati 255 i nuovi nati nel 2017, in costante crescita. A motivare la decisione del Ministero e poi imposta alle singole regioni, l'argomento secondo cui sotto i 500 interventi l'anno, aumenta statisticamente il rischio di mortalità ed errori. 

"Siamo soddisfatti di quanto appreso dalla stampa oggi e felici per il mantenimento del punto nascita a Sulmona", commenta oggi da parte sua Mercante, ma aggiunge polemicamente: "sembra, infatti, che l’assessore Paolucci abbia finalmente ammesso che chiudere i punti nascita in zone difficilmente raggiungibili sia stata una scelta sbagliata e che, anche se questi non raggiungono il numero dei 500 parti come previsto dal decreto Lorenzin, era ben chiara la possibilità in capo alla Regione di battersi per depennare alcuni punti nascita dalla tagliola Ministeriale".

"Una presa di coscienza tardiva", osserva Mercante.

"In ogni caso, al di là di letterine di facciata per placare gli animi dei cittadini, arriva la conferma definitiva su quanto ho sostenuto sin dall'inizio e cioè che la scelta di chiudere i punti nascita, ed in modo particolare quello di Atri, sia stata solo ed esclusivamente una scelta politica della maggioranza” conclude Mercante.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui