GRAN SASSO: 2 DITTE PER L'OSTELLO, MA INAMMISSIBILI,
AL VIA TRATTATIVA PRIVATA, FONTARI PRONTE A FINE MESE

Pubblicazione: 08 febbraio 2018 alle ore 20:02

Seggiovia delle fontari a Campo Imperatore (L'Aquila)
di

L’AQUILA - Lunedì prossimo prenderanno il via le prove tecniche alla seggiovia delle Fontari a Campo Imperatore, sul versante aquilano del Gran Sasso d’Italia, alla fine delle quali si potrà procedere con i collaudi e la messa in funzione dell’impianto, che dovrà girare a vuoto almeno per una settimana, dunque, l’avvio della stagione invernale, nella migliore delle ipotesi, potrebbe arrivare a fine mese.

Per quanto riguarda il “bando di lusso”, da oltre 32 mila euro annui per la gestione dell’Ostello, nei giorni scorsi sono state aperte in Comune le buste per verificare la validità dei documenti delle uniche due ditte che hanno risposto all’appello, ma nessuna aveva i requisiti richiesti, per questo verrà avviata una trattativa privata.

Ad annunciarlo ad AbruzzoWeb è Domenico De Nardis, amministratore pro-tempore del Centro turistico del Gran Sasso (Ctgs), la società partecipata del Comune che gestisce gli impianti in alta quota.

Si fa sempre più intricata la questione della gestione dell’Ostello, la struttura appena ristrutturata, che sarà ancor più importante alla luce della chiusura, almeno per questa stagione, dello storico albergo.

“Ieri sono state aperte, nella sede comunale di palazzo Fibbioni, le buste di due ditte aquilane che hanno risposto al bando - annuncia De nardis - Non sono state verificate le offerte, ma per ora soltanto la validità dei documenti e nessuna delle due poteva essere ammessa”.

“Abbiamo fatto un avviso di mancata aggiudicazione - conclude - adesso procederemo con una trattativa privata”.

Marco Cordeschi, direttore dei lavori delle Fontari, in merito allo stato dell’arte del cantiere spiega che “il grande è stato fatto, lunedì inizieremo con le prove interne, che dureranno circa 3 giorni, poi, se tutto andrà nel migliore dei modi e non riscontreremo problemi, si andrà alla fase del collaudo e della messa in funzione dell’impianto”.

Superato questo gradino, che richiederebbe almeno un’altra settimana di tempo, si potrà passare all’ultima fase: il parere dell’Ufficio speciale dei trasporti a impianti fissi, l’Ustif, che durerà circa 2 giorni, ma per fare quest’ultimo step “bisogna concordare una data con il Ministero, ma prima bisogna essere certi che tutto funziona al meglio”, dichiara in modo cauto Cordeschi.

Nessuna data, insomma, per l’ormai attesissimo taglio del nastro, segnato da una serie di ritardi che si sono accumulati pericolosamente, rischiando di far saltare del tutto la stagione invernale, di fatto mai avviata, che secondo quanto preventivato a luglio dalla nuova amministrazione comunale, in occasione dell'avvio dei lavori, sarebbe dovuta iniziare prima di Natale.

Tuttavia, le condizioni meteorologiche avverse hanno causato vari stop e rallentato inevitabilmente il lavoro degli operai dell’Ati (associazione temporanea di imprese), composta dalla Leitner spa di Vipiteno (Bolzano) e dalla Toninelli Pietro Srl di Castione della Presolana (Bergamo), che si è aggiudicata l’appalto da 6 milioni 500 mila euro, per i lavori delle Fontari.

Nonostante tutto, il responsabile tecnico straordinario, Mauro Fattore, da poco subentrato al posto di Carlo Bolino, che su sua richiesta è stato sollevato dal proprio incarico, per tornare alla vecchia occupazione di dipendente del settore Opere pubbliche, assicura che “entro fine mese tutto sarà concluso”, ma sottolinea anche che “molto dipenderà dalla buona riuscita e dei collaudi e, ancora una volta, dalle condizioni del tempo”.

Nei giorni scorsi c’è stato un incontro in Comune proprio per fare il punto della situazione, risolvere eventuali criticità e coordinare le azioni future, ma dal tavolo, a cui hanno partecipato tutti i principali interessati, “non è uscito nulla di nuovo, i lavori procedono e gli operai stanno facendo del loro meglio, ma i tempi non sono ancora maturi per poter dare una data sicura”, spiega Fattore.

“In ogni caso, stiamo lavorando con un’unità d’intenti, cercando di risolvere tutte le problematiche dovute alla burocrazia, stiamo effettuando sopralluoghi per tenere sempre la situazione sottocontrollo - prosegue - Un plauso devo farlo sicuramente a Bolino, perché tutto quello che stiamo portando a compimento oggi è merito suo e dello straordinario lavoro fatto”.

Il tecnico straordinario, in questa settimana, ha avuto modo di incontrare anche alcuni albergatori: “Mi sono confrontato con gli operatori turistici, che stanno vivendo un momento davvero difficile, soprattutto per le proprie casse, che hanno subito un duro colpo, ci hanno chiesto di accelerare il più possibile i tempi, li abbiamo rassicurati spiegando loro che stiamo facendo davvero il nostro meglio”, conclude.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

GRAN SASSO: CONSEGNATO CANTIERE FONTARI, ORA CORSA CONTRO IL TEMPO

di Alessia Centi Pizzutilli
L'AQUILA - Alla presenza del nuovo sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, dell'assessore al Turismo Sabrina Di Cosimo e del consigliere delegato alle attività produttive della montagna, Daniele D'Angelo, è stato consegnato questa mattina, all'associazione temporanea di imprese... (continua)

GRAN SASSO: GIUNTA REGIONALE APPROVA PROGETTO SEGGIOVIA FONTARI

L'AQUILA - La Giunta regionale ha autorizzato con propria delibera approvata ieri – d’intesa con la commissione consiliare Territorio, Ambiente e Infrastrutture, e nelle more dell’entrata in vigore del Piano regionale dei bacini sciistici – l’iniziativa... (continua)

GRAN SASSO: DE NARDIS AMMINISTRATORE E ''COMMISSARIO'' CENTRO TURISTICO

L'AQUILA - È Domenico De Nardis il nuovo amministratore unico pro tempore che "commissarierà" il Centro turistico del Gran Sasso, con l'obiettivo di avviare rapidamente la stagione turistica in quota. Come appreso da AbruzzoWeb, lo ha deciso... (continua)

GRAN SASSO: ASSOCIAZIONI, ''GESTIONE CTGS ARBITRARIA, A RISCHIO FONDI UE''

L’AQUILA - “Una gestione arbitraria e priva di logica quella del Centro Turistico del Gran Sasso (Ctgs) e ora a rischio ci sono i fondi europei”. È quanto sottolineato dalle associazioni SaveGranSasso e Progetto Montagna, che tornano a... (continua)

GRAN SASSO: ASSOCIAZIONE, ''SCELLERATO AUMENTO COSTO ABBONAMENTO SCI''

L'AQUILA - "Secondo la nostra analisi Campo Imperatore, a causa del nuovo scellerato aumento del costo per la stagionale, tra le stazioni sciistiche prese in analisi ha il punto di pareggio più alto (17 giornaliere) di tutte". Lo denuncia... (continua)

GRAN SASSO: INAUGURAZIONE DELLE FONTARI LONTANA, A RISCHIO IL CARNEVALE; BANDO OSTELLO, FINALMENTE!

di Alessia Centi Pizzutilli
L'AQUILA - Slitta ancora il taglio del nastro alla seggiovia delle Fontari a Campo Imperatore (L’Aquila) e, di conseguenza, scivola via la riapertura della stazione sciistica sul versante aquilano del Gran Sasso d’Italia: la stagione invernale è ormai... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui