• Abruzzoweb sponsor

FUNERALI SERENA DURASTANTE: ''NON SI PUO' MORIRE PER UNA BRAVATA''

Pubblicazione: 17 aprile 2019 alle ore 19:09

MONTEREALE - "Cesaproba non ti dimenticherà mai".

I palloncini bianchi e rosa che accompagnano l'uscita della bara danno l'ultimo saluto a Serena Durastante, la giovane mamma di Montereale che ha perso la vita a 32 anni nell'incidente stradale che domenica mattina ha sconvolto tutta la comunità di Cesaproba, frazione di Montereale dove è nata e cresciuta e dove tutti di lei conservano bei ricordi.

Centinaia le persone che oggi pomeriggio hanno preso parte al funerale che si è svolto nella chiesa delle Anime Sante di Cesaproba dove è stato allestito un maxi schermo per consentire ad amici e conoscenti di assistere alla funzione celebrata da don Fernando Maia.

Oggi la convalida dell'arresto per Mario Marini, il 22enne che quella mattina, dopo essere stato ad una festa, si è scontrato con l'auto contro quella della giovane mamma che invece stava andando a lavoro. Su disposizione del gip del tribunale dell’Aquila Giuseppe Romano Gargarella, sconterà i domiciliari nella sua abitazione di Montereale. L'accusa è di omicidio stradale, primo caso nell’Aquilano.

Disperazione e incredulità per una morte incomprensibile, un dolore di cui sono piene le lettere che la sorella e la cugina di Serena Durastante hanno letto al termine della messa. 

Tra i ricordi strazianti di una vita che si è interrotta troppo presto, traspare tutta la rabbia dei familiari nei confronti di quello ritenuto il suo "assassino". "Non è giusto morire per una 'bravata', per non dire altro", dicono tra le lacrime la sorella e la cugina di Serena Durastante.

La tristezza e l'angoscia avvolgono la comunità in un clima surreale, "Cesaproba non ti dimenticherà mai",  promettono i palloncini degli amici che la salutano per l'ultima volta. (azz.cal.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui