• Abruzzoweb sponsor

CHIETI: MALTRATTAVA LA MOGLIE PER
GELOSIA, A GIUDIZIO 33ENNE ROMENO

Pubblicazione: 12 dicembre 2018 alle ore 19:47

CHIETI - Un romeno di 33anni è stato rinviato a giudizio dal gup del Tribunale di Chieti, Isabella Maria Allieri, per maltrattamenti nei confronti della moglie e lesioni personali: il processo si terrà il 27 febbraio del 2019.

Secondo l'accusa l'uomo, a causa di una gelosia immotivata, con ogni pretesto le impediva di uscire di casa se non per il tempo strettamente necessario per attendere alle esigenze della vita quotidiana, proibendole di cercarsi un lavoro. Inoltre lesinava alla moglie anche il denaro per le spese correnti quali l'igiene quotidiana e l'acquisto dei vestiti strettamente necessarie e la limitava nella frequentazione delle persone estranee al nucleo familiare.

Inoltre con il passare del tempo, seguito all'abuso di alcool, l'uomo rientrava a casa spesso ubriaco arrivando a picchiare la donna, soprattutto dopo che quest'ultima gli aveva comunicato l'intenzione di volersi separare, fino a procurarle lesioni personali.

La donna si è costituita parte civile e chiede un risarcimento di 10 mila euro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui