• Abruzzoweb sponsor

CALL CENTER L'AQUILA: CGIL-CISL-UIL, ''MANCATI RINNOVI A C2C, COLPA AZIENDA''

Pubblicazione: 10 gennaio 2019 alle ore 15:24

L’AQUILA – Sulla questione, anticipata a fine anno da AbruzzoWeb, dei mancati rinnovi ai circa 30 lavoratori del call center Customer2Care dell’Aquila intervengono, dopo l’allarme lanciato ieri dal sindacalista Cisal Venanzio Cretarola, le segreterie di Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil.

“Il 31 dicembre scorso – si legge in una nota dei sindacati – è scaduta la commessa che Wind/H3g aveva assegnato alla società Credit2cash di Roma, successivamente data in subappalto a Customer2Care di L’Aquila. Prima della scadenza della commessa però Wind/H3g, CcSud e C2Cc hanno concordato la cessione del 51% delle quote di C2C alla subentrante azienda CcSud di Battipaglia, che avrà l’appalto diretto dal committente Wind/H3g mentre C2c continuerà a lavorare  in subappalto con rinnovo contrattuale di 3 anni più uno. Cgil Cisl e Uil sono state avvisate a cose già fatte, quindi abbiamo chiesto immediatamente un incontro ufficiale con la società aquilana che si è svolto il giorno 28 dicembre”.

“In quella sede Customer2Care ci ha informato di quanto deciso sui tavoli romani – prosegue la nota – Nell’incontro, in particolare, avevamo chiesto non solo la proroga di tutti lavoratori interinali con contratto in scadenza, ma anche la loro stabilizzazione. La risposta dell’azienda è stata che l’attuazione del cosiddetto Decreto Dignità non gli permetteva di essere in condizione di prorogare o stabilizzare quei lavoratori”.

“Per parte nostra ribadiamo tuttavia la nostra contrarietà al fatto che Customer2Care non ha voluto accettare soluzioni per poter mantenere i 29 lavoratori interinali il cui contratto è scaduto a dicembre 2018”, si legge ancora.                        

“Sappiamo che questa situazione causerà importanti contrazioni gestionali che vanno immediatamente risolte, e a tal proposito abbiamo ritenuto necessario richiedere un tavolo, insieme alle segreterie nazionali di Cgil Cisl e Uil, con il committente Wind/H3g. Al tavolo nazionale dobbiamo avere risposte e certezze per tutti i lavoratori dell’Aquila, dopo quanto deciso tra le tre aziende: vogliamo capire cosa Wind/H3g ha come visione futura per il sito aquilano. In Customer2Care infine la clausola sociale (legge 11/2016) non si può applicare perché non c’è stato nessun cambio di appalto, sono cambiate solo le quote di proprietà dell’azienda”, concludono. 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui