• Abruzzoweb sponsor

AQUILANI APRONO CAMPO DI TIRO DINAMICO,
''GIOCHIAMO ALLA GUERRA CON MUNIZIONI DI SOIA''

Pubblicazione: 22 aprile 2013 alle ore 08:03

di

L'AQUILA - “Sparare con un'arma da fuoco aumenta la concentrazione e riduce lo stress. Quindi, per sensibilizzare le persone nei confronti del loro utilizzo e sulla loro sicurezza, abbiamo deciso di fare qualcosa”.

Il 16 gennaio, tra Bugnara e Anversa degli Abruzzi (L'Aquila), nella cornice di una piantagione di ulivi, è stato inaugurato il campo da tiro dinamico dell'associazione sportiva Sics Academy.

Fabrizio Bucci, uno dei fondatori insieme a Maurizio Pimponi, Marco D'Angelo e Monia Marinilli, spiega ad AbruzzoWeb di cosa si tratta e tutte le attività che vi si posso svolgere. Coniugando amore per la natura, socialità e passione per le armi da fuoco. Senza trascurare, ovviamente, la sicurezza, “che è sempre al primo posto”.

Che attività si svolgono su un campo da tiro dinamico?

Nel nostro campo si fa tiro dinamico con pistole, tiro dinamico con carabine, tiro statico con carabine fino a 400 metri. Siamo gli unici in Abruzzo ad avere la linea coperta in galleria fino a 400 metri, è un ex tunnel. Ma si può anche giocare a paintball, fare softair, e addestramento cinofila con specializzazione utilità e difesa.

Quanto è grande il campo?

Si sviluppa su otto ettari e nasce all'interno di una vasta superficie piantata a ulivi. È tutto recintato e non c'è nessun pericolo per gli animali.

Come nasce?

Abbiamo deciso di farla nascere nel 2011 dalla volontà mia, di Maurizio Pimponi, Marco D'Angelo e Monia Marinilli. Noi quattro abbiamo l'interesse comune per le armi da fuoco e l'abbiamo sposata con l'intento di offrire una struttura formativa agli addetti del settore quali guardie giurate, vigili urbani e anche forze di polizia. Abbiamo cominciato a lavorare nel 2012 e grazie anche alla collaborazione dei sindaci dei comuni di Bugnara e Anversa degli Abruzzi, che hanno acconsentito all'apertura del poligono.

Viene molta gente?

È abbastanza frequentato e per esercitarci vengono diversi istituti di vigilanza. Ci vengono anche singoli cittadini.

Possono venire tutti a sparare?

L'ingresso è riservato ai soci che devono avere il porto d'armi.

Che servizi offrite?

Abbiamo inoltrato istanza alla Prefettura per la richiesta deposito munizioni per dare servizio aggiuntivo ai soci, inoltre facciamo taratura delle ottiche, diamo consigli su un eventuale acquisto di arma, consigli e istruzioni sul corretto maneggio nel rispetto delle norme di sicurezza, sia all'interno del poligono che sul trasporto. A breve inizieremo corsi base per il tiro dinamico e corsi di ricarica.

In Abruzzo ci sono molti possessori di armi?

Assolutamente si. Il porto d'armi uso caccia è abbastanza diffuso, solo a Popoli (Pescara) i cacciatori sono circa 700 e il poligono nasce anche per loro, per dare la consapevolezza ai possessori di armi del loro utilizzo e la pericolosità.

Avete mai avuto problemi di contrabbando?

Per adesso no, avendo il registro sono ben accetti i controlli da parte di forze di pubblica sicurezza.

Come fate a essere sicuri che venga solo chi ha il porto d'armi?

Abbiamo un registro vidimato dalle forze di pubblica sicurezza in cui vengono registrati tutti i tiratori, che utilizzano le armi ed esplodono colpi all'interno del campo. Ogni tiratore nel momento in cui entra è responsabile di quello che fa nella struttura e per evitare problemi è seguito da un safety officer.

Ci sono dei giovamenti nel possederne un'arma?

Dal punto di vista psicologico, in molti studi è stato dimostrato che utilizzare armi da fuoco aumenta concentrazione e scarica lo stress.

Mettiamo da parte questo argomento e parliamo di divertimento per tutti. Come funziona il paintball?

È un gioco che si fa tra amici, noi prendiamo su prenotazione gruppi 10 persone e si può giocare sia su un terreno super ristretto, di 800 metri quadrati, o su tutti gli otto ettari. Forniamo tutta l'attrezzatura necessaria: armi ad aria compressa con potenza 7,5 joule, corpetti, maschere e guanti. I proiettili sparati sono di soia completamente vegetali non inquinanti.

Il softair?

Offriamo ai team la possibilità di fare softair nella nostra struttura, mettendo a disposizione l'attrezzatura: fucili e/o pistole in riproduzione di Colt M4 e Beretta, sia a gas che elettrici e, ovviamente, non sono modificate. Hanno una potenza di 0, 9 joule. Il softair si svolge all'interno del comprensorio per lo sviluppo di strategie da parte dei team che dovranno affrontare gare o simulazione nei tornei organizzati. Inoltre abbiamo sviluppato un programma formativo per le scuole superiori per ragazzi al di sopra dei 16 anni, che prevede lo sviluppo di alcune peculiarità: gestione del team, creazione del team leader, leadership, gestione dello stress, responsabilità delle proprie decisioni, consapevolezza, responsabilità, rispetto delle regole del gioco, dell'avversario, della natura.

State organizzando qualche iniziativa per l'estate?

Organizzeremo almeno una volta al mese una tre giorni full immersion che prevede la partenza dal nostro campo e lo svolgimento di una missione per il recupero di un ostaggio. Getteremo le basi per lo studio delle piante pianoaltimetriche e delle bussole. Durante il percorso i giocatori saranno oggetto di imboscate, sia durante le ore notturne che diurne. Per la notte verranno attrezzate tende sul campo dove i giocatori dovranno riposare e mangiare.

Come si svolge l'attività cinofila?

Vengono svolti corsi di educazione cinofila per tutte le età e razze di cani con rieducazione comportamentale. La nostra specializzazione è finalizzata all'utilità e alla difesa, ponendo sempre la massima attenzione al rispetto dell'animale che non viene mai maltrattato. Tutti gli esercizi sono finalizzati al gioco e al benessere psicofisico dell'animale. I nostri istruttori sono dell'Enci, (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana), quindi il percorso formativo che verrà fatto dal cane sarà scrupolosamente documentato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui