''TORNARE ALL'ESSENZA DEL TEATRO GIOVANE'',
IL PROGETTO DEL DIRETTORE TSA CRISTICCHI

Pubblicazione: 21 dicembre 2017 alle ore 13:14

di

L'AQUILA - ''Vorrei lavorare sul territorio aquilano per riconquistare la fiducia di un pubblico di giovani e con degli spettacoli fatti dai giovani: io sono dalla loro parte, il teatro è in debito nei loro confronti e ho tra le mani tanti artisti sconosciuti, ma di gran talento che conto di riuscire a portare qui".

Ha svelato i suoi progetti da direttore artistisco del Teatro stabile d'Abruzzo, Simone Cristicchi, che stamattina si è presentato all'Aquila, a Palazzo Fibbioni.

E punta sui giovani per questa nuova direzione, per "far capire loro quanto sia importante tornare a vivere la realtà e non il virtuale. Portando del mio vissuto e della mia carriera, la poesia e la delicatezza. Il teatro è un albero e va curato tutto: dalle radici alle foglie, anche e soprattutto quelle piccole, giovani e verdi: che sono ricche di linfa e di vita".

"Mi piacerebbe che il Teatro stabile d’Abruzzo riuscisse a ramificarsi anche nei luoghi rimasti ormai silenziosi - ha aggiunto - lì dove regna il silenzio, questo potrebbe essere un bell’esperimento".

E all'Aquila, città del terremoto, vuole portare una produzione friulana, Orcolat 76, in programma per il 2019, che ripercorre la stessa tragedia vissuta in quella regione, con il terremoto del 1976.

"Il terremoto lì è visto come un orco, che si muove sotto terra, un esempio positivo, un messaggio di speranza per vedere il futuro in maniera non catastrofica, dal punto di vista di un'umanità che pulsa e non è sepolta dalle macerie".

Come si immagina Cristicchi all’interno di un Teatro stabile? "Io sono un creativo, voglio portare l’intuizione, la fantasia, la creatività, prestando attenzione alle radici, ma anche alle foglie!", ha detto.

E due saranno le parole chiave di questa direzione: bellezza e lentezza: "Voglio andare in controtendenza, riscoprendo un ritmo più umano, vorrei un teatro senza motori, ma che cammina a piedi".

E con questo obiettivo ha intenzione di portare in città solo produzioni "snelle": "Repertori vasti, dei tanti artisti emergenti che ho scovato, portando il teatro fuori il teatro, nelle piazze, nelle vie del centro storico dell'Aquila, nelle case, come se fossimo dei venditori porta a porta!".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui